\\ Home Page : Articolo : Stampa
Le scelte assurde
Di Alex (del 24/10/2008 @ 09:34:26, in Politica, linkato 1188 volte)
Insomma non ce la fanno proprio.
Quanti sono quelli che accetterebbero di mettersi con uno come Casini che è ipocrita anche quando beve il caffé, espressione della più becera dc dei vecchi tempi.
Certo i DiPietrini si sentono al settimo cielo: hanno preso il doppio dei voti, vogliono andare al Governo, vogliono strutturare il partito, salvo che se è vero che i partito è più che altro espressione del pensiero solo del suo capo allora c'è un errore di gestione politica grande come un palazzo di dici piani.
I voti Di Pietro li ha avuti perchè si pone come partito sano senza gente inquisita, ma anche perchè non c'era null'altro da votare, se non esistesse un pericolo destra dittatoriale, e non ci fosse un Berlusconi tuttohoioesoio un partito che si basa solo sulle competenze di una persona, che non costruisce un programma su di un'esperienza politica antica, radicata sul confronto con le varie basi del partito, beh risulterebbe ridicolo.
Certo l'Italia è  un paese ridicolo quindi meno male che c'è Di Pietro, ma dovrebbe fare un po' di autocritica comunque: vada avanti con i suoi attacchi, moderi però i toni e sia più pungente che urlante, e non costruisca un progetto politico solo sulle sue idee e le sue competenze, apra a persone con esperienze diverse, fondi un comitato di studi politici, ed infine non si basi  sui voti presi non per sé ma causa la mancanza degli altri.
Se passiamo questa crisi togliendoci dalle balle Berlusca, Casini e Veltroni forse qualche speranza c'è.
Putroppo ci credo poco oramai.