\\ Home Page : Articolo : Stampa
Peccatori e Santi
Di Alex (del 02/09/2007 @ 09:21:43, in SocietÓ, linkato 1140 volte)

Può essere santo chi è perfetto e non come in natura?

Ha senso considerare i santi perfetti?

Non sembra strano chi non ha nulla di umano, nulla di errabile?

Io non mi fido di chi si definisce santo, di chi dice che la santità è perfezione e di chi si auto-elige a Maestro.

Il vero equilibrio tra buono e cativo, male e bene non è assenza di peccato.

La santità è tale se combinata con purezza di intenti
la sincerità delle motivazioni,
la pace dell'anima,
la comprensione della vita, dei peccatori
e l'amore per la realtà.

Chi non abbia vissuto il peccato come può comprendere gli altri, chi non comprenda il peccato, l'errore, non può essere santo, ma solo fanatico.

Chi cerca la santità senza raggiungere la sua pace interiore e il rispetto assoluto degli altri la cerca per sè ed è solo orgoglio e vanagloria.

La vera santità è la crescita più ampia del fatto di essere nella realtà di questa vita ed essere totalmente umani, non il contrario.