\\ Home Page : Articolo : Stampa
I graffiti sui muri
Di Alex (del 30/10/2008 @ 09:21:20, in Arte, linkato 1248 volte)

Avevo 17 anni quando scrissi la mia prima lettera sul giornale a proposito di un graffito su di una palazzina comunale occupata (ex macello), che però secondo me era pregevole, interessante e dava valore alla struttura stessa.
Poi l'amministrazione ha pensato bene di trasformare il tutto nel solito salotto borghese del cazzo.
I graffitari esprimono e articizzano (diciamo) brutti muri di divisione, palazzi nuovi di fattura schifosa come solo gli architetti di oggi sanno fare, vecchi muri abbandonati.
A Bologna, all'estero ci sono anche delle mostre.
Ma il Berlusca lo trasforma in reato penale.
Certo blocchiamo l'espressione artistica, facciamo diventare queste città asettiche cemento e ferro, gravemente malate e ammalanti, delle specie di ospedali precisi e funzionali. Uccidetevi con le vostre mani, continuate...