Immagine
 ghiaccio... di Alex
 
"
Un'idea che non sia pericolosa non merita affatto di essere chiamata idea

Oscar Wilde
"
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

Di Alex (del 06/02/2012 @ 19:48:33, in Società, linkato 1088 volte)
Chiarisco subito: non credo più in un Dio esterno dall'uomo, da anni, ed evito di metterlo nei discorsi in quanto, per me, quindi rispettando i punti di vista diversi in ogni caso, la ricerca umana dell'esperienza della vita è già di per sé una ricerca del divino che è in noi. Riconoscere la crescita di un uomo o una donna che compiono una scelta di vita è, per me, rispettare e riconoscere l'aspetto divino che è in ognuno di noi. Io oramai punto decisamente verso una visione quasi panteista (ma non di divinità diverse), ossia credo che ogni cosa sia manifestazione del divino, ma evito di individuarlo con aggettivi o sovrastrutture storiche, io individuo in un sola azione la mia ricerca spirituale (come spiegherò nel mio saggio di prossima uscita): RISPETTO (da re-spicio, quindi anche CONTEMPLO con spirito ZEN) ciò che è nella sua natura primaria, vivo come SACRO ciò che non mi appartiene e che non posso giudicare, quindi gli altri uomini, gli altri esseri viventi, la natura e le sua leggi, tutti sullo stesso piano, nessuna falsa piramide di progresso di potere... Sono infine daccordo sugli ultimi concetti che esprimi: di certo vi sono poteri che subdolamente sovvertono lo spirito di pace e carità, di rispetto e crescita della coscienza critica. Con ciò direi che mi sta bene dire questo: il senso della vita va cercato in noi stessi, e facendolo senza preclusioni e pregiudizi, con pazienza e rispetto senz'altro verremo in contatto con il divino che è in noi, però io credo si debba partire dall'uomo, non da Dio, dal basso non dall'alto, e non trovo differenze, avendole vissute un po' tutte, tra le religioni occidentali e le filosofie orientali: entrambe credono in una essenza spirituale superiore e mirano ad una evoluzione verso la pace e l'amore dell'uomo e del suo rapporto con il creato; tutto ciò che si dice in contrario è detto per fini di potere ed è sostanzialemente falso.
 
Di Alex (del 16/02/2012 @ 19:22:04, in Società, linkato 1174 volte)

Un pensiero: io percepisco, chiaramente a questa età, ma anche agli inizi del mio percorso, le religioni come veicoli.

Ognuno utilizza quello che ha a disposizione o che ha trovato migliore per se, man mano che cresce può decidere di abbandonare l'auto sportiva per una più lenta e sicura, o persino per una bicicletta...

Sono mezzi, per arrivare ad un luogo, sempre lo stesso, ossia vivere la nostra parte spirituale.

Vi sono invece persone che si pregiano del mezzo che utilizzano o che agognano tutta la vita a mostrare la ferrari su cui vanno, tranne che poi non raggiungono nessun luogo, fanno del mezzo il fine. Io sento e credo invece che di certo vi siano religioni più faraginose, che per la loro struttura rendono difficile il cammino spirituale, ma che è giusto che ognuno utilizzi il mezzo che crede, salvo poi non perdersi per strada, o l'automobile che si utilizza è inutile.

Inotre un'altra considerazione: si dice tanto la società di oggi che ha perso i valori...

Bene, ma attenzione a dire allora che la crescita debba essere realizzata nella famiglia e nella scuola e nella chiesa: sono proprio questi gli ambiti in cui si è sviluppata, dal medioevo, la cultura borghese e calvinista, che ora ha trovato il suo apice con il consumismo ed il capitalismo imperanti.

E' in seno alla famiglia ed alla scuola che viene trasmessa l'idea di società del vincente, è qui, grazie anche alla moderna tecnologia informativa televisiva, che i veri potenti hanno svuotato di significato i valori, e la storia, riducendo la capacità critica e livellando le coscienze.

 
Di Alex (del 23/02/2012 @ 08:20:12, in Società, linkato 1302 volte)
Spero che quel cretino di Ralph Lauren Outlet & c. che scrive, assieme ai suoi amici c., commenti sul blog, possa andarsene in un bel paese senza internet per una quarantina di anni.
 
Di Alex (del 23/02/2012 @ 08:43:47, in Società, linkato 1944 volte)

Eeheh!

Zibibì neve

 
Di Alex (del 26/11/2012 @ 21:49:37, in Società, linkato 920 volte)
Le scelte oblative se vengono imposte spesso sortiscono effetti molto negativi. In effetti invece di avere carattere formativo, indicando la strada considerata più utile, ma rispettando l'individuo. Le religioni impongono, con i voti, delle scelte oblative precostituite, solo che queste alla lunga creano delle pulsioni non gestite e non ottengono la stessa forza di una scelta individuale, la quale, se viene fatta con coscienza ottiene molte più cose di una imposizione dall'alto. I voti dovrebbero essere scelti dal novizio prima, secondo quando egli sente sia corretto per una giusta strada di spiritualità adatta a lui. Qualsiasi regola che perda il suo significato, o perchè non è più adatta alla situazione o perchè imposta, si ritorce contro chi la segue e chi la propone. Anche il celibato andrebbe scelto, lasciando però la possibilità di cambiare idea, peranto diverrebbe una strada che chi vuole segue, non qualcosa di imposto.
 
Di Alex (del 28/12/2012 @ 10:27:48, in Società, linkato 1036 volte)

Il problema della nostra epoca è determinato dal consolidarsi incondizionato dei valori borghesi.

Mors tua, vita mea; vivi e lascia morire; l’erba del vicino è sempre più verde;e cazzate del genere

Abbiamo perso l’abitudine alla socialità determinata dal bisogno, dall’aiuto comunitario.

Forse è stato un passaggio necessario, in quanto ora abbiamo una coscienza delle dinamiche familiari, del valore della psicanalisi, e del rispetto per le libertà individuali che era impensabile un tempo.

Ma in cambio abbiamo perso la saggezza contadina, abbiamo perso il rispetto.

Cinismo, individualismo, presunzione, egoismo, abbiamo cresciuto persone che sono fermamente convinte che il massimo valore stia in chi si fa da solo, chi sacrifica tutto per il potere e i soldi.

Questo ha portato il disastro culturale, sociale e politico che viviamo, e probabilmente, anche quello economico, anche se questo sembra più voluto e pilotato che auto-determinato.

Vi sono tanti uomini ricchi, ma con una complessità umana ridotta al minimo.

Abbiamo fallito, per ora, la spinta alla crescita interiore, è evidente che i geni, i grandi della letteratura, i pensatori, sono persone del passato.

Sono convinto che la diffusione culturale mondiale sia importante, l’incontro tra occidente ed oriente, nord e sud, producono effetti molto interessanti, ma sembra oramai come donare un ottimo strumento ad un demente.

 
Di Alex (del 09/01/2013 @ 21:29:26, in Società, linkato 1258 volte)

Il problema della nostra epoca è determinato dal consolidarsi incondizionato dei valori borghesi.

Mors tua, vita mea; vivi e lascia morire; l’erba del vicino è sempre più verde;

e cazzate de3l genere.

Abbiamo perso l’abitudine alla socialità determinata dal bisogno, dall’aiuto comunitario.

Forse è stato un passaggio necessario, in quanto ora abbiamo una coscienza delle dinamiche familiari, del valore della psicanalisi, e del rispetto per le libertà individuali che era impensabile un tempo.

Ma in cambio abbiamo perso la saggezza contadina, abbiamo perso il rispetto.

Cinismo, individualismo, presunzione, egoismo, abbiamo cresciuto persone che sono fermamente convinte che il massimo valore stia in chi si fa da solo, chi sacrifica tutto per il potere e i soldi.

Questo ha portato il disastro culturale, sociale e politico che viviamo, e probabilmente, anche quello economico, anche se questo sembra più voluto e pilotato che auto-determinato.

Vi sono tanti uomini ricchi, ma con una complessità umana ridotta al minimo.

Abbiamo fallito, per ora, la spinta alla crescita interiore, è evidente che i geni, i grandi della letteratura, i pensatori, sono persone del passato.

Sono convinto che la diffusione culturale mondiale sia importante, l’incontro tra occidente ed oriente, nord e sud, producono effetti molto interessanti, ma sembra oramai come donare un ottimo strumento ad un demente.

 
Di Alex (del 23/02/2013 @ 20:19:27, in Società, linkato 1457 volte)

Abbiamo finalmente terminato il sistema decisionale di ED.

Lo trovate all'indirizzo http://www.evolvedemocracy.org.

Vogliamo permettere ad ogni italiano di essere un cittadino, di partecipare alle scelte

Il prossimo governo italiano dovrà viaggiare a vista, diamogli uno strumento 

I governanti si sono persi nel loro governo e nel desiderio di potere …

I cittadini vogliono riappropriarsi dello stato e del paese, aiutiamoli 

Abbiamo pensato ad uno strumento libero, funzionale e nuovo per permettere a tutti di partecipare alle sorti del governo della Città, della Regione e dello Stato 

AIUTATECI

PARTECIPATE

ENTRATE NEL NOSTRO LABORATORIO DI IDEE! 

VI ASPETTIAMO NON SOLO PER UN CONTRIBUTO ECONOMICO

MA PER FARE PARTE DELL’EVOLUZIONE DELLA DEMOCRAZIA

 

il confronto è tutto

Internet sta aumentando in modo esponenziale le possibilità di
confrontarsi gli uni agli altri, di dare e ricevere informazioni,

pareri e critiche. Noi abbiamo fatto in modo che questo
confronto possa sempre rivelarsi costruttivo …
… anche quello tra privati cittadini ed istituzioni pubbliche

Il nostro scopo è realizzare il sogno di chi, come noi,

è convinto sia un diritto fondamentale partecipare

tanto alle scelte riguardanti la comunità di cui si è parte,

quanto alla formulazione delle leggi che sanciranno tali scelte.

 

 
Di Alex (del 11/10/2013 @ 18:49:47, in Società, linkato 1199 volte)

Se per bivacco si intende sdraiarsi e gozzovogliare non è grave, se per bivacco si intende sedersi e baciarsi è buona cosa, se per bivacco si intende mangiare e bere mentre si parla ben venga!

I monumenti vanno preservati dai vandalismi, dalla sporcizia, dall'uso non consono, dallo smog e dalle norme che li trasformano in pietre morte!

Se gli spazi artistici diventano museo non sono più vissuti nel qutidiano e sono destinati a morire.

Un monumento NON deve essere solo per i turisti, mai!

L'arte, l'architettura, sono state pensate per essere vissute e fruite, anche nel quotidiano o sono pietre inutili da buttare giù.

Quindi una norma che vieta di bere e sdraiarsi presso o su un monumento che possiede spazi appositi per sedersi e viverci è ASSURDA.

Se esiste un problema di bivacco, inteso come gozzovigliare, bere e mangiare lasciando sporco ocreando capannelli di gente molesta per gli altri, allora va risolto, ma non con interventi proibizionisti, ma sociali.

Altre forme di vissuto degli spazi urbani sono da contenere, e nel contempo agevolare!

Fare vivere una piazza duomo ai giovani solo come gita scolsatica e non come chiacchere con gli amici o persino concerti improvvisati significa uccidere la città e quegli spazi, anche nella memoria dei cittadini futuri, che ci metteranno poco a trasformali in centri commerciali.

Vergogna.

 
Di Alex (del 02/06/2014 @ 09:30:43, in Società, linkato 1304 volte)

Dopo alcuni incontri come costellante come "aiutante", mi permetto di scrivere alcune cose sulle Costellazioni familiari.

Le Costellazioni familiari sono un metodo introspettivo ed altamente emotivo che va a lavorare sulle situazioni antiche ed odierne che ci limitano nel vivere di ogni giorno.

Non sono magiche, per quanto possano dirvi alcune persone, quello che lasciano è un forte senso di appagamento per il fatto ci avere accettato di lavorare su ciò che facilmente ci disturba, oltre ad alcuni spunti molto importante per far evolvere la nostra coscienza e la nostra crescita personale.

Bisogna evidenziare che, lavorando a livello prettamente emotivo, non tutti sono pronti a questo confronto in ogni momento della loro vita.

Ritengo che i pareri discordanti rispetto alle Costellazioni familiari provengano:
prima di tutto dall'esistenza di facilitatori non preparati a dovere e magari non in grado di gestire quello che può derivare dagli incontri,
inoltre credo che spesso si facciano accedere agli incontri persone che in quel momento non sarebbero nel periodo giusto della loro esistenza per recepire ed accettare una forte spinta al cambiamento.
Non rispettare la dimensione emotiva delle persone e la qualità del lavoro in questi campi è molto grave e senz'altro provoca molti più problemi di quelli che potrebbe risolvere.

Altro elemento riguarda come l'uomo occidentale di oggi accolga ogni nuova disciplina di crescita interiore;
spinto dal consumismo e dal sistema pubblicitario, tecnologico e da una miriade di racconti letterari e cinematorgrafici che inneggiano alle soluzioni ed alle vittorie magiche della vita,
cade inesorabilmente nel desiderare e volere solo strumenti che siano risolutivi immediatamente, che non comportino lavoro e sofferenza e nemmeno il tempo corretto.

Questo atteggiamento è estremamente irreale: non esiste strumento, che sia davvero efficace, per un cambiamento interiore, per una propria crescita personale, che possa essere veloce o portare giovamento senza una fase di difficoltà, di lavoro lungo ed estenuante.

Pensiamo ad una cura e ad una convalescenza dopo un trauma o un intervento di una certa entità: ogni persona reagisce in maniera soggettiva, ha un tempo preciso per essere in grado di ricevere questo intervento ed un decorso lungo, con fasi doloranti, fino ad ottenere un nuovo equilibrio ed una nuova vitalità.
Lo stesso vale per un lavoro interiore, psicologioco-emotivo, inerente la crescita evolutiva di una persona.

Le Costellazioni familiari quindi non risolvono nulla, ma aiutano ad avere uno spunto, un avvio, una liberazione emotiva che lascia aperte molte strade, senza percorre le quali però non si ottiene nulla.

Le soluzioni provengono solo da noi, solo il nostro impegno e la nostra scelta di evolvere è abile per raggiungere non una soluzione, in quanto nel campo in cui siamo non si risolve nulla, ma dei traguardi che aprono nuove strade e nuove modalità di esistenza.

Se si ritiene che questo percorso possa essere utile conviene contattare un professionista, un facilitatore che conosca a fondo la materia ed abbia una buona esperienza.

Io, personalmente, sono sempre molto soddisfatto di ogni incontro a cui ho parteciato, e considero le Costellazioni familiari un'ottima occasione di lavoro, ma non alternativa a tutto il resto: le discipline orientali, la psicanalisi.
Nell'ultimo periodo ho seguito alcuni corsi di Mediazione dei conflitti (secondo la scuola umanistica), ascolto empatico e gestione dello stress, e devo dire che anche questi strumenti, motlo più intellettuali, con un contesto più legato al lavoro, permettono di acquisire punti di vista e strumenti di lavoro ottimi, anche se, ritengo molto più di carattere pratico visto il contesto, utili a livello personale se si ritene di integrarli con un approccio più approfondito e mirato.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12
 Email

 SITO PROFESSIONALE

 FORUM INFORMATICO

 PROGRAMMI ASP FREE

Articoli sul Palm/HP Pre  e WebOs  e PrePlus  e Pre2

Articoli sull'Iphone

Articoli su Android

 Guide informatiche


Cerca per parola chiave
 

Flickr


< agosto 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
Architettura (4)
Arte (6)
Consigli tecnici (26)
dBlog (3)
Help Informatico (29)
Informatica (55)
Mediazione (1)
Molly (2)
Poesie (4)
Politica (42)
Programmazione (1)
Racconti (6)
Società (116)


Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
wakx
02/08/2022 @ 18:09:49
Di Margene
Polecam doskonał...
30/07/2022 @ 13:58:46
Di Abigail
I recommend a g**d s...
28/07/2022 @ 17:14:47
Di Jens
h**p:*/w*w.bammesber...
18/06/2022 @ 22:11:20
Di Shayna
u_yteczny link
05/06/2022 @ 05:53:25
Di Hermine

Titolo
Vecchia Homepage di Pegaso2 (saggi, informatica, artisti)
Saggi sul 1600 (cronologia, erotismo, storia)
(Augusto Orsini, opere)
(artisti incontrati sulla mia strada)
Blog di Luca Lodi (cultura, società e politica)
Beppe Grillo (qualcuno c'è che ci pensa)
Jacopo Fo (se si vuole essere spinti a pensare)
Nando Dalla Chiesa (la politica interessante e sincera)
SaggezzaFolle (Marco Valli e la ricerca di ognuno di noi)
Blog Zibibì (Le vignette e le frasi sarcastiche di Zibibì)
Il mio canale YOUTUBE
Le mie foto su FLICKR
Il mio profilo LinkedIn
dBlog.it Open Source

Titolo
Architettura (4)
Bianco e nero (1)
Header (5)
Paesaggi (3)
Varie (7)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Cosa vorresti in questo Blog?

 Più aiuti informatici
 Più post di politica
 Più recensioni di hardware
 Più commenti
 Più colore
 Più foto
 Testi più chiari
 Più accessi
 Dei file per il download
 Un nome diverso

Titolo



Previsioni Meteo

News RSS

Google

Ci sono  persone collegate

13/08/2022 @ 20:48:06
script eseguito in 393 ms


Valid XHTML 1.0 / CSS

Condividi su Facebook

Pegaso2 blog

Zibibi Blog



Telejato

Peppino Impastato



Profilo Facebook di Alessandro Mazzoli

Privacy Policy