Immagine
 papaveri...... di Alex
 
"
Oggi la gente sembra guardare alla vita come a una speculazione. Non è una speculazione, è un sacramento. Il suo ideale è l'amore, la sua purificazione è il sacrificio

Oscar Wilde
"
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

Di Alex (del 28/12/2012 @ 10:27:48, in Società, linkato 1030 volte)

Il problema della nostra epoca è determinato dal consolidarsi incondizionato dei valori borghesi.

Mors tua, vita mea; vivi e lascia morire; l’erba del vicino è sempre più verde;e cazzate del genere

Abbiamo perso l’abitudine alla socialità determinata dal bisogno, dall’aiuto comunitario.

Forse è stato un passaggio necessario, in quanto ora abbiamo una coscienza delle dinamiche familiari, del valore della psicanalisi, e del rispetto per le libertà individuali che era impensabile un tempo.

Ma in cambio abbiamo perso la saggezza contadina, abbiamo perso il rispetto.

Cinismo, individualismo, presunzione, egoismo, abbiamo cresciuto persone che sono fermamente convinte che il massimo valore stia in chi si fa da solo, chi sacrifica tutto per il potere e i soldi.

Questo ha portato il disastro culturale, sociale e politico che viviamo, e probabilmente, anche quello economico, anche se questo sembra più voluto e pilotato che auto-determinato.

Vi sono tanti uomini ricchi, ma con una complessità umana ridotta al minimo.

Abbiamo fallito, per ora, la spinta alla crescita interiore, è evidente che i geni, i grandi della letteratura, i pensatori, sono persone del passato.

Sono convinto che la diffusione culturale mondiale sia importante, l’incontro tra occidente ed oriente, nord e sud, producono effetti molto interessanti, ma sembra oramai come donare un ottimo strumento ad un demente.

 
Di Alex (del 26/11/2012 @ 21:49:37, in Società, linkato 914 volte)
Le scelte oblative se vengono imposte spesso sortiscono effetti molto negativi. In effetti invece di avere carattere formativo, indicando la strada considerata più utile, ma rispettando l'individuo. Le religioni impongono, con i voti, delle scelte oblative precostituite, solo che queste alla lunga creano delle pulsioni non gestite e non ottengono la stessa forza di una scelta individuale, la quale, se viene fatta con coscienza ottiene molte più cose di una imposizione dall'alto. I voti dovrebbero essere scelti dal novizio prima, secondo quando egli sente sia corretto per una giusta strada di spiritualità adatta a lui. Qualsiasi regola che perda il suo significato, o perchè non è più adatta alla situazione o perchè imposta, si ritorce contro chi la segue e chi la propone. Anche il celibato andrebbe scelto, lasciando però la possibilità di cambiare idea, peranto diverrebbe una strada che chi vuole segue, non qualcosa di imposto.
 
Di Alex (del 23/02/2012 @ 08:43:47, in Società, linkato 1938 volte)

Eeheh!

Zibibì neve

 
Di Alex (del 23/02/2012 @ 08:20:12, in Società, linkato 1297 volte)
Spero che quel cretino di Ralph Lauren Outlet & c. che scrive, assieme ai suoi amici c., commenti sul blog, possa andarsene in un bel paese senza internet per una quarantina di anni.
 
Di Alex (del 16/02/2012 @ 19:22:04, in Società, linkato 1147 volte)

Un pensiero: io percepisco, chiaramente a questa età, ma anche agli inizi del mio percorso, le religioni come veicoli.

Ognuno utilizza quello che ha a disposizione o che ha trovato migliore per se, man mano che cresce può decidere di abbandonare l'auto sportiva per una più lenta e sicura, o persino per una bicicletta...

Sono mezzi, per arrivare ad un luogo, sempre lo stesso, ossia vivere la nostra parte spirituale.

Vi sono invece persone che si pregiano del mezzo che utilizzano o che agognano tutta la vita a mostrare la ferrari su cui vanno, tranne che poi non raggiungono nessun luogo, fanno del mezzo il fine. Io sento e credo invece che di certo vi siano religioni più faraginose, che per la loro struttura rendono difficile il cammino spirituale, ma che è giusto che ognuno utilizzi il mezzo che crede, salvo poi non perdersi per strada, o l'automobile che si utilizza è inutile.

Inotre un'altra considerazione: si dice tanto la società di oggi che ha perso i valori...

Bene, ma attenzione a dire allora che la crescita debba essere realizzata nella famiglia e nella scuola e nella chiesa: sono proprio questi gli ambiti in cui si è sviluppata, dal medioevo, la cultura borghese e calvinista, che ora ha trovato il suo apice con il consumismo ed il capitalismo imperanti.

E' in seno alla famiglia ed alla scuola che viene trasmessa l'idea di società del vincente, è qui, grazie anche alla moderna tecnologia informativa televisiva, che i veri potenti hanno svuotato di significato i valori, e la storia, riducendo la capacità critica e livellando le coscienze.

 
Di Alex (del 06/02/2012 @ 19:48:33, in Società, linkato 1085 volte)
Chiarisco subito: non credo più in un Dio esterno dall'uomo, da anni, ed evito di metterlo nei discorsi in quanto, per me, quindi rispettando i punti di vista diversi in ogni caso, la ricerca umana dell'esperienza della vita è già di per sé una ricerca del divino che è in noi. Riconoscere la crescita di un uomo o una donna che compiono una scelta di vita è, per me, rispettare e riconoscere l'aspetto divino che è in ognuno di noi. Io oramai punto decisamente verso una visione quasi panteista (ma non di divinità diverse), ossia credo che ogni cosa sia manifestazione del divino, ma evito di individuarlo con aggettivi o sovrastrutture storiche, io individuo in un sola azione la mia ricerca spirituale (come spiegherò nel mio saggio di prossima uscita): RISPETTO (da re-spicio, quindi anche CONTEMPLO con spirito ZEN) ciò che è nella sua natura primaria, vivo come SACRO ciò che non mi appartiene e che non posso giudicare, quindi gli altri uomini, gli altri esseri viventi, la natura e le sua leggi, tutti sullo stesso piano, nessuna falsa piramide di progresso di potere... Sono infine daccordo sugli ultimi concetti che esprimi: di certo vi sono poteri che subdolamente sovvertono lo spirito di pace e carità, di rispetto e crescita della coscienza critica. Con ciò direi che mi sta bene dire questo: il senso della vita va cercato in noi stessi, e facendolo senza preclusioni e pregiudizi, con pazienza e rispetto senz'altro verremo in contatto con il divino che è in noi, però io credo si debba partire dall'uomo, non da Dio, dal basso non dall'alto, e non trovo differenze, avendole vissute un po' tutte, tra le religioni occidentali e le filosofie orientali: entrambe credono in una essenza spirituale superiore e mirano ad una evoluzione verso la pace e l'amore dell'uomo e del suo rapporto con il creato; tutto ciò che si dice in contrario è detto per fini di potere ed è sostanzialemente falso.
 
Di Alex (del 04/02/2012 @ 13:37:30, in Società, linkato 933 volte)
"Uccide la sua ex e si suicida": adesso basta, sono stufo di sentire notizie di persone incapaci di assumersi le proprie responsabilità e di scaricare l'incapacità a soffrire sugli altri. La sofferenza è parte della vita e uno degli strumenti di crescita più importanti, smettiamola di allevare persone superprotette, aiutiamole a fare fin da subito i passi più difficili, permettendogli di provare dolore, pena ed anche sollievo e speranza. Solo così non avremo miriadi di personaggi che girano sparando ai propri genitori, ai figli ed alle ex, scansando la vera responsabilità del vivere che è andara avanti anche senza l'aiuto ed il rispetto degli altri, poichè è dentro di noi che va cercato il senso della vita non negli oggetti, nella carriera, nel lavoro e neppure nella famiglia o negli affetti solamente, ma in ciò che è nostra piena respnsabilità dalla nascita: NOI STESSI.
 
Di Alex (del 29/01/2012 @ 22:31:19, in Società, linkato 1078 volte)
Certo ho pagato, ma a malincuore, vista la bassissima qualità della televisione non comprendo il valore di questa tassa. Solo pochi programmi come il Ruggito del coniglio e Che tempo che fa e poche altre cose più che asltro radiofoniche meritano ancora di esistere...
 
Di Alex (del 24/01/2012 @ 20:32:01, in Società, linkato 1876 volte)
Caro Beppe Grillo, per quanto stimi molte delle tue battaglie e delle tue asserzioni sull'ambiente politico, sociale e ecologico, ho, a più riprese, notato
un atteggiamento molto "genovese" nei confronti degli stranieri, certo nessuno è perfetto.

Però vorrei che tenessi conto che davvero gli stranieri sono forza lavoro e fanno girare denaro e servizi nel nostro paese.
Vorrei che ragionassi anche su come si sente un ragazzo o una ragazza di 15-18 anni che sono nati qui, conoscono il dialetto della nostra terra, le leggi italiane, le stupidaggini italiane, gli altri adolescenti della nostra terra, esattamente come è accaduto, già non molti anni fa, a moltissimi italiani in America, in Francia, in Inghilterra...
Queste persone, pur portando con sé anche problematiche dovute a questo spostamento, proprio per questo, appartenendo a due o tre culture diverse, dispongono di un potenziale molto alto in termini di capacità, spinta, creatività, capacità di comprensione, cosienza delle situazioni umane e sociali...
Tutte cosette che ai giovani italiani, abituati a stare in casa fino a 30/40 anni, ricevere tutto dai bravi padri borghesotti arricchiti, comprese le aziende e le imprese, salvo poi mandarle in rovina in quanto incapaci di ogni genere di sacrificio e creatività imprenditotriale, mancano quasi del tutto, e lo dimostra la situazione socio-polica e culturale in cui versa il nostro paese e contro tu ti scagli così efficacemente!
Questa nuova forza umana è quanto di più sano ci possa essere per un paese da svecchiare in tutti i sensi.
Pensate grillini pensate, e, ogni tanto, ragionate anche sul passato (che va conosciuto) e il futuro (non solo eco-tecnologico), prima di pontificare...
Certo i modi e i termini per la concessione della cittadinanza a chi nasce in Italia sono da studiare, non deve essere mero automatismo e neppure assurdo incentivo a procreare solo per questo motivo, ma questo tipo di "jus soli", già normale in moti paesi che conoscono l'immigrazione da decenni, non ha invero creato danni o distratto la gente dai problemi reali, in Francia, come in Inghilterra non mi sembra che la dimensione sociale sia distrutta da lotte intestine e neppure nel paese più multietnico del mondo si può dire che questa situazione gli abbia impedito di diventare il più potente del mondo economicamente e militarmente, come si vede oggi stesso dove come Presidente hanno uno di coloro che ha acquisito cittadinanza pur proveniendo da matrici diverse.
Concludo che rimango di sensibilità grillina, da sempre ecologista e contrario alla partitocrazia, ma non senza una coscienza storica e sovranazionale.
 
Di Alex (del 24/01/2012 @ 20:29:46, in Società, linkato 1173 volte)
Il caro viceministro al Lavoro e alle Politiche sociali Michele Martone dovrebbe tenere conto che né i politici, né tantomeno i tecnici e ancora meno i vice-ministri (da minus ossia sotto, quindi al servizio degli altri) dovrebbero permettersi di dare giudizi di alcun genere, ancor più generici.
Chi studia all'Università può avere molti motivi per metterci il suo tempo a copnlcudere gli studi: motivi familiari, necessità di lavorare mentre si studia, appartenere ad una specifica specie di studiosi che amano approfondire invece di studiare per produrre, formarsi una capacità critica ed una cultura vera, invece di sapere quel poco che serve alle ditte per sfruttarli per bene e allo stato e ai politici per incularli altrettato bene, come sanno fare così specificatamente con gli italiani medi!
Il VICE-ministro, al servizio degli italiani, dovrebbe sapere che l'importante è crescere culturalmente, e questo dovrebbe essere il suo lavoro: trovare le soluzioni per far studiare tutti e bene, non fare finta che l'Università italiana sia qualcosa di interessante, utile a lavorare e non mero strumento in mano ai baroni della cultura e ai dignitari della classe dirigente figlia degli yuppi e dei camorristi del sud e del nord italia.
Guardi quanti bravi e ottimamente preparati insegnanti se ne sono dovuti andare per le nuove regole che hanno trasformato l'Università italiana in aziende per far soldi (con la privatizzazione selvaggia) e macchinari per sfornare giovani leve da spremere, con le semestralizzazioni, lo scientificismo imperante e la soppressione dei corsi monografici di approfondimento.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12
 Email

 SITO PROFESSIONALE

 FORUM INFORMATICO

 PROGRAMMI ASP FREE

Articoli sul Palm/HP Pre  e WebOs  e PrePlus  e Pre2

Articoli sull'Iphone

Articoli su Android

 Guide informatiche


Cerca per parola chiave
 

Flickr


< giugno 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Titolo
Architettura (4)
Arte (6)
Consigli tecnici (26)
dBlog (3)
Help Informatico (29)
Informatica (55)
Mediazione (1)
Molly (2)
Poesie (4)
Politica (42)
Programmazione (1)
Racconti (6)
Società (116)


Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
h**p:*/w*w.bammesber...
18/06/2022 @ 22:11:20
Di Shayna
u_yteczny link
05/06/2022 @ 05:53:25
Di Hermine
ciekawa strona
03/06/2022 @ 18:48:46
Di Wilton
kliknij ten link
03/06/2022 @ 17:58:06
Di Sylvester
wa_ne _ród_o
03/06/2022 @ 16:31:04
Di Brandie

Titolo
Vecchia Homepage di Pegaso2 (saggi, informatica, artisti)
Saggi sul 1600 (cronologia, erotismo, storia)
(Augusto Orsini, opere)
(artisti incontrati sulla mia strada)
Blog di Luca Lodi (cultura, società e politica)
Beppe Grillo (qualcuno c'è che ci pensa)
Jacopo Fo (se si vuole essere spinti a pensare)
Nando Dalla Chiesa (la politica interessante e sincera)
SaggezzaFolle (Marco Valli e la ricerca di ognuno di noi)
Blog Zibibì (Le vignette e le frasi sarcastiche di Zibibì)
Il mio canale YOUTUBE
Le mie foto su FLICKR
Il mio profilo LinkedIn
dBlog.it Open Source

Titolo
Architettura (4)
Bianco e nero (1)
Header (5)
Paesaggi (3)
Varie (7)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Cosa vorresti in questo Blog?

 Più aiuti informatici
 Più post di politica
 Più recensioni di hardware
 Più commenti
 Più colore
 Più foto
 Testi più chiari
 Più accessi
 Dei file per il download
 Un nome diverso

Titolo



Previsioni Meteo

News RSS

Google

Ci sono  persone collegate

29/06/2022 @ 08:57:34
script eseguito in 346 ms


Valid XHTML 1.0 / CSS

Condividi su Facebook

Pegaso2 blog

Zibibi Blog



Telejato

Peppino Impastato



Profilo Facebook di Alessandro Mazzoli

Privacy Policy