Immagine
 Siepe... di Alex
 
"
Ogni uomo ambizioso deve lottare contro il suo secolo con le proprie armi. Ciò che questo secolo adora è la ricchezza. Il Dio di questo secolo è la ricchezza

Oscar Wilde
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

Di Alex (del 20/10/2011 @ 08:08:32, in Help Informatico, linkato 1845 volte)

Iphone 4 e Lg Optimus 2x

Vediamo le caratteristiche di un telefono Android di fascia ALTA in grado finalmente di competere con Iphone e Pre.

Il telefono risulta comodo, leggero e facilmente utilizzabile (più facile il trasporto rispetto all'iphone 4).

Il sistema Android è ancora il Froyo, ma prima o poi arriverà l'aggiornamento.

Avevo già provato l'LG Optimus One e l'HTC ChaCha, devo dire che le funzioni dell'HTC Sense sono molto buone, esiste un sistema di sincronizzazione dei dati e ritrovamento del telefono, si possono importare i dati dall'iphone! Vi sono widget apposta della HTC molto comodi, per non parlare del sistema integrato di avvisi, tra facebook e flickr, fantastico...

LG sembra più spartano, e quindi perde punti...

In ogni caso finalmente posso scaricare tutte le app che voglio (con 1,5gb di memoria interna), e il telefono ha qualche scatto, ma risponde bene (è un dual core) solo l'apertura da standby risulta lenta.

Il sistema x il risparmio di energia è comodo, ma manca la gestione dei dati da rete, assurdo!

Rispetto all'Iphone devo dire che manca il sistema integrato di acquisti: musica, film, libri e riviste, li ho provati tutti e sono comodissimi!

La personalizzazione però è ottima e finalmente posso fare quasi tutto quello che desidero, peccato che non esistano sistemi come preware, applicazioni ottime come FlickrStackr per Iphone, e aggiunte buone come quelle di Cydia, però devo dire che il Market della Google-Android è molto comodo: con l'Iphone molte applicazioni sono a pagamento, e anche Cydia ha le applicazioni migliori che costano, che diversità Preware tutto gratuito, e il market ha quasi tutto sia gratuito che a pagamento.

Aggiornerò dopo un po' di utilizzo, e poi deciderò tra LG Opt2 e Iphone 4 con  iOs 5 (il quale comunque, com esi vede anche dalla foto, ha uno schermo con una definizione ancora migliore!).

-----------------------


HTC ChaCha HP Pre 2 Iphone4 LG Optimus Dual

Dopo qualche giorno di utilizzo e vari tentativi di personalizzazione, ecco i risultati.

  • La personalizzazione di Android è avanzata, ma non totale, occorre comunque fare il Root, ossia accedere ai diritti di amministratore, perdendo però alcune possibilità poi di aggiornamenti dalla casa madre, meno peggio del JailBreack  su Iphone, il quale toglie anche la possibilità di fare aggiornamenti automatici, ma nulla a che vedere con la funzione di sviluppo del WebOs, la quale è autorizzata e supportata dalla Palm e dalla Hp, e quindi non blocca nulla!
  • In ogni caso confermo che l'interfaccia HTC Sense è notevolmente migliore: molte più personalizzazioni, la soluzione automatica dei duplicati nella rubrica, le notifiche automatiche e funzionanti per facebook, Flickr, e tanto altro, ad esempio sull'LG è strutturato un sistema di colori terribile: i punto di selezione sono delle vigolette bianche su bianco, io devo guardarle due volte per capire sono selezionate oppure no! E questo non si può cambiare (a meno di rootare o mettere una custom).
  • le notifiche non sembrano complete, alcuni programmi, come flickr, non funzionano, forse con gingerbread...
  • per il resto però il dual è un ottimo smartphone, veloce, e con un buon schermo, con disponibili moltissimi programmi, tanto che esiste quasi sicuramente una versione gratis/lite e una a pro di ogni funzione; io non ho notato grandi bug, qualche rallentamento uscendo dalla schermata di lock, una certa lentezza nel passare da aereo a rete dati, e alcuni momenti di attesa per uscire dalle app, ma nulla di grave (il mio Pre 2 ricorda Windows 95 ora come lentezza!)

 Se dobbiamo quindi confrontare i 4 smartphone: HTC Chacha Android Gingergread e HTc sense, Pre 2 con WebOs 2.1 (è lo stesso da mesi!), Iphone4 con IOs5 e LG Optimus Dual con Android Froyo:

  • intanto come comodità di azione debbo dire che vincono Pre 2 (al massimo) e Iphone, il Chacha è scomodo come accesso allo schermino touch e la tastiera non dispone di strumenti di avvio rapido come il Pre2 (tasto funzione + ...), LG 2x è fin troppo grosso, per cui è davvero difficile agire con una sola mano, e l'avvio da stand-by è accessibile solo dal tastino piccolissimo del power, mentre il tastone centrale dell'iPhone e la tastiera slide del Pre2 sono molto comodi per accendere il terminale, inoltre gli schermi più compatti di questi due rendono semplice usare anche solo una mano.
  • come qualità schermo rimane meglio per la definizione l'Iphone4, segue LG 2x molto vicino, con ottimi colori, ma un po' più spannato, HTC chacha che si difende, mentre il Pre 2 rimane indeitro con uno schermo vecchia maniera, sempre bello per foto, navigare, giocare... ma non all'altezza degli altri.
  • Per comodità sempre Iphone4 e Pre 2 con lo switch fisico per spegnere l'audio, sono i migliori, e il Pre 2 con la tastiera fisica rimane sempre il primo per funzioni, personalizzazione (anche se dipendente dalla volontà di realizzare patch degli amatori), comodità di utilizzo, peso e dimensione; l'Iphone4 è pesante e scomodo, molto lontano dalla piacevolezza della scocca curva del 3gs, risulta comodo perchè piccolo anche il chacha, mentre LG 2x è piuttosto bilanciato e leggero, con la scocca in gomma e lo schermo curvo piacevoli,  e piuttosto sottile, quindi funziona bene da trasportare, ma risulta, a mio avviso, un po' troppo largo.
  • bello nei modelli android e webos la possibilità di cambiare la pila da soli, con iphone impossibile.
  • come media, a parte lo schermo, combattono al top Lg e Iphone cone le due casse molto simili, gli altri due con il sistema un po' antiquato mono non ce la fanno.

Alla fine quindi proverò a passare ad LG 2x, sperando anche che l'aggiornamento prossimo venturo ne migliori considerevolmente le prestazioni e le personalizzazioni, in tal caso mi fermerei su . ANDROID, ma se alla fine non mi soddisferà passerò all'Iphone 4, che, con IOs 5 (non craccato: per più di 500€ pretendo che faccia quello che voglio senza doverlo JB), è notevolmente migliorato, anche se mi manca:
non poter deciedere alcune funzioni personalizzate,
non avere programmi che accedono al sistema,
ogni programma storna i files nella sua cartella inaccessibile, una delle cazzate più grosse dell'Iphone, (se scarico un file video con ezshare poi non posso vederlo con il programma che decido io o reperirlo con un filemanager, a meno di cercarlo per mesi...)
e non poter mettere le applicazioni che voglio io.

PS ma perchè mamma HP intanto che decide a chi vendere il pacchetto WebOs, non rende disponibile il catalogo a pagamento a tutto il mondo?!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Alex (del 12/10/2011 @ 21:56:46, in Informatica, linkato 1829 volte)

Oggi verso le ore 19 ho attivato la procedura dell'installazione del nuovo sistema operativo dell'Iphone iOs 5.

iOs5

La procedura, prima aggironamento dell'iTunes, poi scaricamento, backup e installazione e ripristino, ci impiega circa 3 ore, poi la procedura continua sull'Iphone stesso per configurare iCloud.

FACCIAMO IL PUNTO

Le funzionalità aggiunte dall'iOs5 sono molto interessanti:

  • widget (da Android), ancora pochi, ma decisamente interessanti
  • notifiche meno fastidiose (copiate di sana pianta da Android con il pannello che scende), niente a che vedere con le magnifiche notifiche WebOs che nessuno riesce a copiare
  • Calendario con inserimento diretto nell'orario (una banalità, già in WebOs e Android, mancante non degna di Apple), finalmente comodo, assieme agli appunti dei task da fare (presenti in PalmOs dall'inizio!)
  • Emeroteca (biblioteca dei giornali), molto interessante, ma per ora priva di riviste decenti
  • iMessage, geniale, anche se copiato dalla app più gettonata di sempre: WhatsApp, non molto carino da parte di Apple
  • fotocamera veloce e con click tasti volume, finalmente, peccato che avevo appena comprato l'app apposta per fare la stessa cosa che mancava, bastardi
  • Manca comunque una buona stampante virtuale Jpg e/o Pdf, anzi hanno tolto l'unica app esistente: print to pdf, e quelle nello store sono tutte assurdità software a pagamento
  • anche le altre cosette erano tutte funzioni già realizzate con Cydia
  • peccato manchi ancora una buona possibilità di personalizzazione e che il multitasking sia ancora a metà, molte app si riavviano comunque...

Dal lato WebOs devo dire che mi rendo conto della buon tenuta della batteria del Pre2, della comodità della sua tastiera a scomparsa, e dell'avere un dispositivo unico con potenza pari ai migliori Androidi e all'Iphone, ma con tastiera fisica, dimensioni ottimali e prezzo non eccessivo. La tastiera a ripreso a funzionare, forse qualche patch che portava bug al sistema, ma purtroppo sia il Catalogo di App, sia i Preware pensano quasi esclusivamente al Touchpad ora, e la mancanza di certe funzioni, di upgrade e novità si fa sentire, per cui il Pre rimane nel cassetto, per ora.

l'Android, in attesa dell'Optimus dual, intanto mostra le sue pecche: l'HTC ChaCha è comodo come tastiera allargata, meno come Touch troppo piccollino, anche se comunque accettabile (il Pre Pixi è ancora più piccolo ma ben utilizzabile).
Però:

  • mancano funzioni attivabili comodamente con la tastiera (il Pre la sa lunga invece!),
  • per fare lo screenshot si usa un tasto che immancabilmebte chiude l'applicazione! Assurdo.
  • non esiste una funzione completa per il taglia copia incolla (nel senso che non è una funzione di sistema e alcune app non la hanno!) e con i tasti non è possibile! (vuoi mettere il touch + c del Pre?^!)
  • la batteria vine drenata a velocità impossibile anche a telefono spento e in mdoalità aereo senza alcun servizio attivo! al massimo in 36 ore si annulla! Per cosa? I mei Pre, Pixi durano anche una settimana lasciati senza funzioni e notifiche spenti in standby!
  • lo spazio vitale della memoria interna si mangia spasmodicamente, il telefono salva nella pochissima memoria interna (240mb di cui più di 100 per il sistema) le email, gli sms, gli rss... e se occorre fare un aggiornamento di una app di sistema (come google maps) addio telefono, si blocca per mancanza di spazio!

Spero molto nell'LG Optimus Dual che a breve mi arriverà, altrimenti dovrò attrezzare il lingotto (per dimensione, peso e costo) Iphone4 con l'iOs 5 e tagliare la sim (sigh)

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Alex (del 12/10/2011 @ 21:32:09, in Racconti, linkato 2997 volte)

Tangeri La terrazza dei Pigri Tangeri Museo Tangeri Museo

Tangeri
è sporca e vecchia, la periferia ha una spinta al rinnovamento, ma con gusto, solo che è talmente in contrasto con la Medina (città vecchia) da risultare finta, come Gardaland.
Tangeri sembra una vecchia prostituta sfruttata fino in fondo, ha il fascino del decadente e dei bassifondi tipici di un porto.
Arrivare in pieno Ramadan e in una città così povera è un salto difficile, ma già il secondo giorno ci si abitua ai venditori, alle puzze e agli odori, ai suoni (i muezin con gli altoparlanti) e ai palazzi decadenti.
Il cibo è ottimo e vi sono alcune situazioni di rara bellezza, come prendere un the alla menta nel caffè centrale della Medina, dove ti sembra stia per arrivare uno di quegli scrittori fine ottocento, con il cappello di paglia e il lapis.
L'Hotel l'Ile Verte è accogliente e con stanze comode e abbastanza fresche.

Nella nuovissima stazione prendiamo un treno niente male dove ci immergiamo nella vita quotidiana delle famiglie del Marocco, dove salta all'occhio la fatica per il Ramadan e la diversa considerazione per uomini e donne già da bambini!

Marrakesh la Torre Koutoubia Marrakesh Tombe Sa'didi Marrakesh Medina

Marrakesh è una sorpresa, arriviamo in un albergo in centro, e dalla terrazza sentiamo i Muezin che salmodiano la pausa del Ramadan, assieme alla luna e ai tetti della città, seduto sui mordbidi cuscini sembra davvero una notte da mille e una...
La piazza centrale è un tripudio di suoni e colori, peccato per le bancarelle numerate e la luce elettrica.
Il caldo non permette il sonno nella cameretta del piccolo, ma accogliente, hotel Imouzzer, simile ad uno ostello, pieno di viaggiatori.
Si lascia aperta anche la porta, e dopo il momento di condivisone notturno dei turisti in terrazza alle 3 di notte la magica atmosfera del Muezin e della popolazione che assieme pregano per l'inizio della nuova giornata di Ramadan.
In Europa nonostante tutto i momenti di condivisione sociale si sono ridotti a Natale e qualche festa nazionale, che povertà.
I suk sono affascinanti, pieni di cose diverse tutte insieme, coperti dal sole e con una patina di antico e decadenza tutti loro. Mangiamo su di una terrazza, in parte coperta da vetri colorati, con sedie di ferro battuto e poltroncine molto eleganti, attorniati da gatti e con la vista sulla vecchia moschea e un muro pericolante sormontato da un nido di cicogne, che attendono pigramente al sole.

Marrakesh Terrazze


La visita alla città antica mostra vie piene di gente, antichi muri di terra che hanno resistito al tempo e vestigia di opulenza antica. Sempre bellissime le decorazioni geometriche arabe, intagliate nel legno, dipinte, con la ceramica o nella pietra e nel marmo, i famosi arabeschi di una cultura che era senz'altro molto avanti allora.

Il pullman ci trasporta per vie inerpicate sull'alto Atlante, tra valli rigogliossime per la presenza dell'acqua e terreni sassosi e desolati, fino alla porta del deserto: Ouarzazate. Oramai abbiamo lasciato il Marocco del Nord e della storia per entrare nel Marocco antico e profondo dei Berberi, gli Amazir (Amazigh), il popolo libero o nobile, gli uomini blu.
Più tranquillo, più ospitale, più sorridente, nonstante il Ramadan e il caldo.

L'arrivo a Ouarzazate con il caldo torrido delle 2 e il secco che toglieva il fiato è stato pesante, però l'hotel Bab Sahara (porta del deserto) nella piazza cebtrale, con una camera finalmente ampia e il bagno la vasca, è stato una salvezza. Ho potuto anche utilizzare il wifi!
Verso sera, dopo la pausa del Ramadan, una sorpresa: la piazza si anima di autoctoni con piccolo mercato e concerto fino a tarda notte, con tanto di incantatori di serpenti e presentatore.
Per essere un piccola città alle porte del deserto niente male!
Poi il giro turistico!
Il titolare dell'Hotel ci ha indirizzato al Royal, famoso appunto x i giri turistici.

Valle dei fichi, Dadès

Partiamo in pulmino assieme ad una coppia di fantastici ragazzi baschi e una simpaticissima coreana. Hassan ci dice cosa fare per gesti mentre si ferma in vari punti, dobbiamo camminare tra le piantagioni dei fiumi per vedere rovine e conoscere il posto. Nonostante il caldo la compagnia aiuta.
Vediamo varie valli fino alla Valle dei Fichi (poco lontano da Boumalne Dades), l'hotel è bellissimo, in una vallata rigogliosa da cui si vedono delle formazioni rocciose stranissime, una montagna scavata dall'acqua e divisa in formazioni rotondeggianti ed un castello medioevale.
La nostra giovane guida ci porta nel canale scavato dall'acqua e lo risaliamo a piedo fino a scalare una parte e trovarci sul crinale al tramonto: uno spettacolo da rimanere senza fiato.
La sera cena berbera con salse, frutta, gli immancabili datteri e le onnipresenti olive, la serata si conclude con una divertente partita a carte in terrazza con tutta la conbriccola.

L'indomani si parte alla volta di Merzouga, il viaggio è lungo e spossante, con qualche pausa, verso sera si arriva nella strada sterrata, alcuni kilometri di sobbalzi e finalmente si arriva ad una Kasba (castello) a cui piedi la terra secca si trasforma come per incanto in sabbia, e dune desertiche, senza soluzione di continuità.
Mentre sole scende, e dopo un'accoglienza con il The verde caldissimo, mentre si festeggia la pausa del Ramadan nella casa, non resisto a salire sulla prima dunetta ed a contemplare le prime dune vere.
Poco dopo, a sorpresa, si avvicina un ragazzo con il turbante e ci chiede se siamo pronti.
Oramai alla luce della luna ci porta 5 dromedari che poi fa sedere con un suono, facendoci salire sulle selle coperte da un tappeto.
Il dromedario è un animale affascinante con questo lunghissimo collo, sono alti almeno due metri, procedono legati per creare la carovana, davanti il primo è guidato dal loro domatore che procede a piedi.
Hanno teste lunghe e occhi grandi, le zampe si piegano molto agevolmente e terminano in due dita elastiche, come gli zoccoli dei cavalli, ma mobili e, credo, più morbide, onde poter sprofondare senza problemi nelle sabbie del Sahara.

Il sole sulle Dune del Sahara

Si procede alla sola luce della luna tra le dune sempre diverse, costellate di ciuffi secchi.
Il calore accumulato dalla sabbia si espande dal basso.
Dopo due ore intravediamo una luce tra le dune, alcune tende di teli e tappeti in una conca ai piedi di un erg molto alto.
Si cena con formaggi, frutta, pane, marmellate, sdraiati su cuscini posti su un tappeto, si conclude la serata raccontando e risolvendo indovinelli, 10km nel deserto, sotto la luna, che ci vede anche addormentarci all'aperto, tra scarabacho che gironzolano e gatti bianchi.
La mattina alle 5 ci si alza per vedere l'alba, ma salire le dune è molto più difficile di quanto credessi, la sabbia cede e si corre il rischio di scivolare fin giù.
Le dune, con il sole, prendono la loro configurazione più affascinante, curve dolci e creste nette che il sole colpisce riempiendo le anse di chiari e scuri.
Il deserto attira con il suo silenzio e la sua peculiarità.
Il vento soffia sollevando ciuffi di sabbia dalle linee delle dune.
Diversamente dall'uso dei fuoristrada, il cammino coi dromedari ci permette di percepire la struttura delle dune, di seguire la lentezza con cui si affronta il deserto, di osservare le tracce indovinando ciò che è accaduto la notte, come ci insegna la nostra guida. Le tracce di un topo inseguito dalla volpe, un enorme scarabeo che è passato, ed infine l'incontro, grazie alla guida, con un animale alchemicamente mitico, la salamandra, che si credesse potesse resistere al fuoco, e che comunque sa scomparire nella sabbia senza lasciare traccia!
Si ritorna alla Kasba nel deserto appena in tempo, prima che il sole ed il vento rendano invivibili gli erg e dopo un breve commiato dagli altri del gruppo siamo soli.
E siamo di nuovo in viaggio, come gli antichi scopritori, dopo il deserto e l'esperienza tra le dune, ecco un pullman spuntato dal nulla dopo una telefonata e 100dh. Cambiamo compagni di viaggio e ne acquisiamo uno, un signore spagnolo che ha vissuto un mese nel deserto, ora desidera i monti e parla bene l'italiano. Attraverso le zone desertiche, tra donne e uomini Amazir (Amazigh) e il caldo afoso di queste zone.

Scopriamo le montagne del medio Atlante, un altopiano più simile alla steppa, con ciuffi di piante, e anche delle tende come quelle dei Tuareg, per far pascolare asini e altri animali, ma in questo ambiente più umido, con pigri fiumiciattoli, sembra un ambiente che assomiglia alle vecchie campagne della mongolia.
E poi un'altra sorpresa, le case verso la fine dell'altopiano, sono in stile occidentale, le località (Azrou e Ifrane) sono immerse nelle pinete e quasi totalmente realizzate con case dai tetti a punta e lo stile europeo, a parte qualche finestra con l'arco arabo e i nidi delle cicogne sui tetti.

L'arrivo a Fes è felice, dopo 6 ore di viaggio. L'Hotel Splendid, unica concessione al lusso di questo viaggio, è moderno e superaccessoriato, pieno di italiani.
Il pullman ci aiuta conducendoci direttamente con un giro supplementare.
Dalla città nuova alla Medina, passando per le varie mura. Al primo approccio la Medina e i suk, pieni di gente che cerca di fermarti e farti da guida, infastidisce, oltre al fatto che ci si perde facilmente. Dopo un bagno nella piscina dell'albergo un secondo giro però risulta piacevole, accettiamo anche una guida di un ragazzo e conosciamo così le antiche concerie e la cooperativa tessile. Molto piacevole anche la sosta al Cafè clock, vero locale per universitari, giovane e piacevole.

Fes la Medina - Una delle porte

Da Fes si riparte con alcuni pacchetti in più alla volta di Meknes.
L'arrivo non è dei migliori, la stanchezza, anche di chi fa il Ramadan, il taxista che ci costringe ad una spesa assurda, e l'arrivo in un zona povera, sporca e puzzolente della città non ci dispone positivamente.
Poi però la cena nel Riad (antica casa), bellissima dimora piena di antichità, giardini e dalle pietanze ottime, e la città che si anima di sera con le partite a calcio dei bambini, i negozi che aprono, il tutto con le lampade che donano un po' di fascino in piu', ci riappacifica con la città.
Meknes appare più dimessa, ma i palazzi storici, i musei, il mercato, la medina più calma e la piazza sono davvero notevoli. La gente poi si dimostra molto più socievole.

Meknes La scuola Coranica

Si torna a Tangeri per l'ultimo atto.
Ci convinciamo che i taxisti sono i più ladri, le false guide vogliono 10dh (1€) e al limite sperano che compriate qualcosa, e, anche se sono insistenti, non possono costringervi; i taxisti invece, falsi e non, vi chiedono 20/30dh invece di 5/10, danneggiando quelli onesti che usano il tassametro.
Torniamo nello stesso Hotel, che ci fornisce una camera nuova molto bella, anche se la tv non funziona...
Lo stesso ristorantino vicino per il pesce.

Infine.
Abbiamo percorso circa 1500km, in treno, pullman e pulmino.
Per tirare le fila direi che al di là delle scelte specifiche della religione musulmana, la condivisione diffusa della spiritualità è positiva e purtroppo si è persa in occidente, così come il rispetto per il sacro.
Vi sono delle limitazioni, vissute anche di più per il Ramadan, ma anche più libertà rispetto ai tabù borghesi europei.
La dimensione del rispetto sociale non mi è chiara ancora, così come i dubbi rispetto alla considerazione della donna, anche se credo che debbano fare la loro strada in questo senso.
Apprezzo comunque la coesistenza pacifica di culture diverse, di modernità (cellulari, internet, corrente, neon, aerei, automobili...) e antichità (architetture, vita rurale, asini, cavalli, dromedari, carretti a mano, tradizioni, spiritualità); è  strano vedere persone vestite moderne con l'ipad passare sotto porte antiche, quasi senza alcun intervento da secoli, assieme a suv e asini, vestiti lungi tradizionali e acconciature moderne.
Sostanzialmente dunque, la situazione quotidiana in Marocco non è poi così differente dall'Italia, più del Sud Italia però direi: piccoli paesi, paesaggio che cambia, pianure, monti, mare, famiglie, lavoro, commercianti, al posto delle chiese le moschee con i minareti, povertà, ma anche ricchezza, antichità e città nuove, ricerca della modernizzazione, ma senza troppe esagerazioni.
In ultimo: sarebbe bello che l'Europa e i suoi cittadini, si riprendessero la tradizione, la socialità, i sapori, i suoni, gli odori e i colori invece della fredda visione tecnologica dei computer e delle orribili architetture moderne che appagano solo i nostri occhi ed il portafoglio delle multinazionali.
Si ringrazia la Guide Routard, senza la quale, questo viaggio, sarebbe stato piuttosto differente.

PS Mi scuso se qualche ente, albergo o altro possa non apprezzare i miei giudizi.
TUTTE LE FOTO SONO REALIZZATE CON IL MIO FIDO PALM PRE base, che, una volta pulito da app e patch e dall'overclock con Uberkernel e Govnah, funzionava benissimo, sia per foto che per navigazione e upload su facebook, sia per scrivere questi appunti di viaggio.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Ancora una volta il Comune di Parma,
dopo concorsi dubbi,
appalti strani,
contratti professionali non chiari
e ancora più dubbie opere fanfarone e inutili
che lo hanno indebitato fino al colletto degli amministratori,
decide di ridurre le ore di chi lavora per gli altri e ridurre i servizi ai cittadini,
invece di far pagare a chi ha sperperato e truiffato:
Parmigiani, cittadini, uomini e donne RIBELLATEVI!

CREAIMO UNA FORZA CHE SI RIUNISCA NELLE CITTA' DOVE GLI AMMINISTRATORI CORROTTI NON SI DIMETTONO, 300.000M PERSONE A ROMA SONO POCHE, A PARMA SONO MOLTISSIME, MONTIAMO UN'ARMA PER FERMARLI!

A Parma il Sindaco, dopo mesi di crisi, arresti e bilanci in rosso e manifestazioni di indignati si è dimesso, quando non poteva farne a meno.
Creiamo un sistema di manifestazioni tra GRILLINI, INDIGNATI E POPOLO VIOLA, che manifesti nelle città dove non si dimettono gli amministratori inquisiti.
Considerate che con la manifestazione delle Cozze abbiamo avuto 300.000 persone a Roma, che sono "poche", ma se spostiamo anche solo 100.000 persone nelle città come Parma, sarà difficle rimanere ancorati alla sedia, e dopo due o tre situazioni riuscite basterà minacciare di farlo per convicere chi è reo a dimettersi.
ATTENTI, IN ITALIA N ON SI DIMETTE PIU' NESSUNO, ANCHE PER POTER OCCULTARE LE PROVE, NON DIAMOGLI IL TEMPO!

RIPRENDIAMOCI LE NOSTRE CITTA' E RIDIAMOLE ALL'ONESTA'

http://www.facebook.com/groups/149901058439409/

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Alex (del 06/10/2011 @ 22:20:04, in Società, linkato 979 volte)
Grazie.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Alex (del 28/09/2011 @ 20:47:43, in Help Informatico, linkato 1562 volte)

Dopo vari tentativi e tentennamenti ho deciso di cambiare.

HTC Chacha Android - Pre 2 -


Mi si proponevano tre possibilità: rimanere comunque con webos nonostante il blocco della produzione, e il fallimento di webos, passare ad Android o tornare al caro Iphone.

1. Il Pre 2 con webos 2.1 oramai disastrato, forse per le patch: la tastiera smette di funzionare, il menù delle funzioni si blocca dopo un po', la sincronizzazione con google calendario e contatti è piena di falle, ogni tanto va a scatti e si blocca per un certo tempo...

Rimane però il migiore a livelo di compattezza + tastiera fisica + capacità di utilizzare programmi di qualità e giochi di alto livello

Nessun altro telefono ha queste caratteristiche assieme + un ottima capacità di personalizzazione con aggiunta patch ed un ottimo multitasking e sistema touch.

Come detto falla nella stabilità del sistema, nella mancanza di una buona fotocamera, di un catalogo app disponibile anche in Italia, della radio FM, e del supporto all'innovazione oramai abbandonato.

2. l'Iphone, predetto che l'unico funzionante davvero è il mio 4, ma non ho intenzione di portarmi in giro un mattone da 500€, sono tornato la mio 3Gs 8gb.
Certo pur mancano il GPS per il Jailbreack, Cydia mi ha dato la possibilità di sopperire alla mancanza di personalizzazione del sistema iOS, ho aggiunto spegnimento notturno automatico, gestione cartelle foto, foto con tasti volume, Bluetooth libero, 5 icone base nella Dock, icone con contatti principali, il MultiFl0w per avere qualcosa di simile al multitasking webos (comunque questo è ridicolo in confronto), SBsetting per avere tasti di avvio e spegnimentro dei servizi velocemente (toggle); tutte cose impossibli con le App di Itunes base: che assurdo questo blocco da parte di Apple.

Questo mi ha permesso di avere un buon telefono, dinamico, con acceso ad un catalogo di qualità e molto ampio.
Il 3gs è maneggevole e comodo, pur mancando uno schermo HD, il flash e la radio FM, è davvero comodo,

Mi infastidisce un po' la gestione del Calendario con il tasto + per aggiungere e la selezione dell'orario a rotella (gli altri cliccano sull'ora nella giornata), la tastiera touch è abbastanza grande quindi accettabile, pur essendo assolutamente poco comoda (ho aggiunto una tastiera bluetooth, ma è troppo grossa da trasportare assieme...), i messaggi di wind sono fastidiosissimi e bloccano le chiamate, le notifiche piuttosto scomode, mi mancano quelle discrete e comode del webos, prende meno e anche il 3g non è molto veloce, manca la torcia, però il sonoro e le app sono veramente fantastiche.

Comunque per ora sostituisce il mio Pre2, certo il meglio sarebbe un 3gs da 16gb italiano, ma comunque JailBreakkato per poterlo personalizzare.

3.Sono finamente arrivato ad ANDROID, prima con un LG Optimus One P500 poi con un un HTC ChaCha.

Premettendo che la situazione ricorda i primi pc raffazzonati con pezzi di 10 marche diverse e con windows che arrancava per i driver e le performance, Android sembra piuttosto buono.
Meglio comunque le versioni caratterizzate dalle aziende. Però che fastidio la memoria che supporta al massimo 10 applicazioni pur con una scheda msd da16gb, questo lo trovo assurdo.
D'altronde NON esistono cellulari con tastiera fisica con un equipaggiamento hardware decente, o scrivi o giochi e usi per bene il market: ASSURDO!

Certo se l'Optimus One va bene per iniziare e capire Android, il CHaCHa è buonino, ma il sistema sotto alla fine ha le stesse caratteristiche e gli stessi limiti, pur avendo una camera da 5mp e una frontale, la tastiera qwerty, un ottimo schermino e un'interfaccia migliorata dall'HTC sense. Potevano fare di più per un telefono mica male.

Invece mi ritrovo sempre un baracchino che fa le funzioni base, e risulta piuttosto personalizzabile ancha con le app, ha un buon sistema di notifiche, buone funzioni network, la radio FM, un grande market, ma non può installare i giochi che il Pre base si beveva tranquillamente tre anni fa e che beve ancora, non si possono utilizzare appieno i 16gb della sd, non ci stanno più di 10 applicazioni (piccole) aggiuntive, e spesso è abbastanza macchinoso per certe funzioni normali.

Direi che nonostante tutto rimarrò al mio Iphone scianco, e aspetterò magari una update del Webos, che sembra prevista, pur rammaricandomi che oramai sia i Preware, sia i blog, sia l'HP sembrano puntrare solo sul TouchPad che ha avuto un insperato successo (pur mancando memoria, GPS e altre cosette base) sottocosto,
tralasciando quello che credo sia ancora adesso, dopo Iphone4 e i vari Android,
il più utile, dinamico, comodo, multifunzionale, e interessante smartphone mai creato: il Pre in tutte le sue versioni
, e queste prove su Ios e Android lo provano senza dubbio.

Basterebbe una versione con sistema più stabile, radio FM, schermo appena più grosso e di qualità HD, processore migliorato (come il Pre3 già morto appena nato) e un'apertura del catalogo a tutti i paesi del mondo e sono SICURO che ogni persona che provasse il Pre 4 (nome ipotizzato) non potrebbe che prenderlo e tenerlo per anni anche al posto dei vari Galaxy S2, Iphone 5 e altro.

CONCLUSIONI

Facendo il punto debbo dire che Android è cresciuto, ma ASSOLUTAMENTE NON VALE LA PENA COMPRARE SMARTPHONE ANDROID DI FASCIA MEDIO BASSA, hanno si buone fotocamere, gps, 7,2 Mb di navigazione, Radio FM, ma dopo 3 applicazioni decenti in più si bloccano!
Non funzionano i giochi più basilari, anche se hanno il processore grafico 200, e qualsiasi applicazione, sms, email, navigazione, rss, etc riempie la memoria bloccando tutto!

I tipi con tastiera sono poi da buttare, schermi piccoli e potenza mediominima!

Nulla a che fare con i Pre, tastiera slide, schermo largo, con 8gb per qualisasi applicazione e ottimi giochi installabili!

Però anche se l'Iphone ha un'interfaccia stupenda e piacevolissima, devo dire che la capacità di integrazione dei servizi (Facebook, flickr, RSS, email e Google), con sincronizzazioni e aggiornamenti automatici senza aprire nulla, funzione nata fina dall'inizio nel Webos, ma oramai ben strutturata anche sugli Android, risulta molto molto comoda e necessaria!
La cosa ovviamente si sfrutta benissimo sull'HTC Chacha.

In ogni caso faccio fatica a mollare il mio 3gs comodo, veloce e in grado comunque di installare quasi tutto e funzionare a puntino.
Gli Android sono pieni di bug...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Alex (del 21/08/2011 @ 17:58:32, in Informatica, linkato 1743 volte)

Posso valutare tre categorie di smartphone di oggi:

l'Ios su Iphone 3gs e 4 (e anche provato il 3g)
l'Android su Flytouch2 e LG Optimus One (P500)
il WebOs su Pixi Plus, Palm Pre, Pre Plus e Pre 2

Non c'è che dire,

l'Iphone ha un hardware eccezionale, veloce e di qualità (touch, schermo, suono) e un sistema operativo piuttosto buono (con pochi momenti di difficoltà e bugs), un parco applicazioni ottimo, che fanno davvero tutto (video con codec diversi, video su network interna, navigazione file sulla rete wireless, skype, facebook, navigazione web, foto di qualità, gestione e modifica documenti office...)
se non fosse per il sistema blindato, che non consente patch comode, e la mancanza di tastiera hardware, non mi scollerei da questo sistema e telefono.

l'Android è bellino, ha un sistema aperto, ma secondo me giovane: si blocca, rallenta, alcune applicazioni fallano, inoltre ha una gestione della memoria assurda: se installi troppe applicazioni, anche se hai una scheda da 16gb, lui riempie la minimemoria di 200mb del telefono e ti saluto! ASSURDO.
Certo gli hardware sono tantissimi, anche con tastiera, ma o sono enormi, o sono minimi, la soluzione della flip del Pre è GENIALE.
Le app sono molte, ma di qualità decisamente bassina, fanno alcune cose, ma non altre, spesso si bloccano e alla fine, anche se si riesce a fare tutto, si hanno bisogno di tantissime aggiunte per avere un sitema ok, salvo poi finire la minimemoria!

come dicevo, i Palm - HP Pre hanno il sistema a flip che consente uno schermo decente e una tastiera comodissima, un punto di forza vermante massimo
il sistema webos è in assoluto uno dei migliori, la versione 1.4.5 è stabile, veloce e con possibilità di tantissime patch che lo rendono personalizzabile al meglio
il metodo di aggiornamento e sincronizzazione dei dati via wifi e 3g credo sia la soluzione ottima per oggi, il multitasking è l'UNICO vero e reale.
però la situazione cade sulle applicazioni, ancora oggi, dopo più di due anni, in Italia non sono disponibili le applicazioni e neppure gli hardware, di certo non si può fare tutto come sul PalmOS e gli altri sistemi!
Il WebOS 2 è pieno di bug e si blocca e va a scatti, non funzionano più bene le sincornizzaizioni via web, si perdono le sveglie, ogni tanto sibloccano funzioni basilari come i messaggi, il menù dei sistemi di contatto, il calendario etc... gli hardware Pre sono ottimi come conscezione, ma poveri di innovazione e potenzialità, schermi di basso livello, processori medi, fotcamere appena decenti audio medio alto, difficile combattere con l'iPhone 4 e il Samsung Galaxy, veri superpc portatili.
In ultimo la HP ha fatto ben poco per entrare nel mercato, nonstante la sua potenza ha perso colpi e tempi, è un vero peccato, spero comunque che il WebOS continui anche su piattaforme diverse, magari Samsung, perchè il connubio WebOS+grande harware creerebbe degli smartphone impeccabili.

Dovendo quindi abbandonare il mio Pre, ho qualche difficoltà: o torno al 1.4.5 sul Plus, oppure passo all'iphone, ma senza tastiera è un casino per chi scrive molto, però Android, l'ultima possibilità, è davvero fastidioso, lento a trovare le applicazioni (con webos scrivi "wi" con la statsiera e ti propone tutte le app con "wi" nel titolo!, non devi neppure navigare l'elenco delle applicazioni!), con telefoni scomodi per la tastiera, e poi faccio fatica senza il multitasking a cui sono abituato... vedrò.

Devo dire che la morte di webos mi spiace moltissimo: la sua capacità di multitasking, di aggiornamento via wifi senza necessitò di pc, le funzionalità chiare, le interfacce di programmazione di webos, le app di alto livello, la rubrica che poteva pescare i dati da più account contemporanemamente (Facebookj, google, yahoo, linkedin) e integrarli nello stesso nominativo, anche manualmente (cosa che iphone e android si sognano) mi mancherà moltissimo, bellissimo anche il vocabolario, la funzione di ricerca immediata "cominciando a scrivere", sia della app, sia dei nominativi sia su web, scrivendo si accedeva così subito a tre possibilità, nel webos 2 poi si potevano aggiungere motori specifici a questa ricerca... CRedo che Ios e Android debbano imparare dal Webos, perderlo sarebbe come se Linux fosse stato perso per strada...

E mi dispiace anche per l'hardawre HP, era buono e a costo accettabile, nulla a che vedere con Acer e compagnia bella, certo la pefita di IBM è stata grave, i suoi portatili di prima del 2000 funzionano ancora egregiamemnte, ma anche gli HP sono immortali, ora non esiste nulla di paragomnabile sul mercato.

Però rimarrà vergogna e BLAME sull'HP per aver abbandonato la Palm i <Pre e il Webos.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Alex (del 21/08/2011 @ 17:53:57, in Politica, linkato 1399 volte)
Che dire delle scelte scellerate e assurde del governo di oggi.
Hanno i miliardi, quelli che ci governano, ma ovviamemnte la crisi, che non abbiamo creato noi, che non abbiamo valutato troppo superficilamente noi, la dobbiamo pagare NOI.
I giochetti di finanza, soldi finti e virtuali, ci stritolano con la loro crisi, nulla a che fare con il lavoro, semmai l'apoteosi di quel plusvalore di marxiana memoria.

E questi scemotti da varità fanno le facce più assurde, mentre riducono l'Italia in un paese allo sbando.

Il più scemo è senz'altro quello che ha incarichi di governo, ma si permettedi dire che l'Italia è persa e bisogna pensare alla Padania, beh e dove si trova la padania, che deficiente!

Mi vergogno e li maledico, prima o poi pageranno e molto per quello che fanno.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Alex (del 24/06/2011 @ 12:24:04, in Politica, linkato 1431 volte)
Attendiamo con fiducia sviluppi che portino un po' di pulizia tra i faccendieri...

Articolo di La Repubblica
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Alex (del 04/06/2011 @ 17:35:13, in Società, linkato 1399 volte)

Amministrative

Insomma sembra che gli italiani abbiano deciso, con le amministrative, di darsi un'altra possibilità.
Forse persino Berlusconi ha saputo raggiungere il fondo e far si che anche gli imbolsiti, pigri, pecoroni italiani, amanti dei furbetti e dei "nati con la camicia" si rendessero conto, dopo aver visto i centri storici distrutti per la costruzione dei supermercati e i figli senza asilo, che forse il liberismo selvaggio o meglio il liberismo ad uso solo di chi il potere ed i soldi ce li ha già, non è bene per l'amministrazione pubblica.

In questo periodo sono stato costretto a fermarmi causa blocco PC.

Il mio caro Acerino Aspire X1700, del 2009, ma molto potente, ha deciso prima di abbandonare la ventola della scheda grafica, poi, di bruciare il controller del disco.
Devo dire che mi manca, per come rispondeva velocemente alle mie richieste... forse il sistema compatto non è i migliore per un uso serrato come il mio...
Però la gran cosa è che spostando il disco di Acer Vista sul nuovo Asus che ho dovuto prendere, funziona!!!
Certo ricaricando i driver e riattivando Vista, ma è il massimo non dover reinstallare e riconfigurare tutto da capo!!!

Infine HP Pre PLus con webos 2.1, un disastro!

Se i nuovi prodotti non migliorano la sitruazione siamo agli sgoccioli: il nuovo webos 2.1 è lentissimno durante un uso normale con Pre Plus:

  1. gli allarmi non funzionano, ogni tanto si perdono le impostazioni e si attivano accendendo il cellulare!
  2. gli SMS, spesso ci mettono minuti per aprire le chat, slavo poi non rendere disponibile l'area di immissione del testo!
  3. Navit ha perso la voce
  4. ancora nessuna soluzione per le icone enromi, ma questo è il meno, che dire delle altre patch mancanti che rendevano il Webos 1.4.5 veramente grande?!

farò un ultimo tentativo passando al Pre2 che spero risolva le problematiche della velocità, ma dubito riguardo gli altri bug!

Inoltre speriamo che l'uscita il 12 giugno del TouchPad e del webos 3.0 possa dare nuova vita anche agli latri prodotti!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
 Email

 SITO PROFESSIONALE

 FORUM INFORMATICO

 PROGRAMMI ASP FREE

Articoli sul Palm/HP Pre  e WebOs  e PrePlus  e Pre2

Articoli sull'Iphone

Articoli su Android

 Guide informatiche


Cerca per parola chiave
 

Flickr


< giugno 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             

Titolo
Architettura (4)
Arte (6)
Consigli tecnici (27)
dBlog (3)
Help Informatico (29)
Informatica (56)
Mediazione (1)
Molly (2)
Poesie (4)
Politica (42)
Programmazione (1)
Racconti (6)
Società (117)


Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
pre-owned Instagram ...
22/06/2024 @ 18:30:12
Di Rosaura
premium Instagram ac...
22/06/2024 @ 18:23:27
Di Martin
Instagram accounts f...
22/06/2024 @ 18:09:28
Di Gertie
Instagram account bo...
22/06/2024 @ 16:00:19
Di Hwa
Instagram branding
22/06/2024 @ 15:18:06
Di Noemi

Titolo
Vecchia Homepage di Pegaso2 (saggi, informatica, artisti)
Saggi sul 1600 (cronologia, erotismo, storia)
(Augusto Orsini, opere)
(artisti incontrati sulla mia strada)
Blog di Luca Lodi (cultura, società e politica)
Beppe Grillo (qualcuno c'è che ci pensa)
Jacopo Fo (se si vuole essere spinti a pensare)
Nando Dalla Chiesa (la politica interessante e sincera)
SaggezzaFolle (Marco Valli e la ricerca di ognuno di noi)
Blog Zibibì (Le vignette e le frasi sarcastiche di Zibibì)
Il mio canale YOUTUBE
Le mie foto su FLICKR
Il mio profilo LinkedIn
dBlog.it Open Source

Titolo
Architettura (4)
Bianco e nero (1)
Header (5)
Paesaggi (3)
Varie (7)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Cosa vorresti in questo Blog?

 Più aiuti informatici
 Più post di politica
 Più recensioni di hardware
 Più commenti
 Più colore
 Più foto
 Testi più chiari
 Più accessi
 Dei file per il download
 Un nome diverso

Titolo



Previsioni Meteo

News RSS

Google

Ci sono  persone collegate

22/06/2024 @ 18:49:19
script eseguito in 125 ms


Valid XHTML 1.0 / CSS

Condividi su Facebook

Pegaso2 blog

Zibibi Blog



Telejato

Peppino Impastato



Profilo Facebook di Alessandro Mazzoli

Privacy Policy