Immagine
 A.M. blu intenso... di Alex
 
"
Non passare la tua vita
solo
o uomo,
vivila, ora, in questo
breve attimo
che, come un lampo,
illumina la tua giornata,
non passarla solamente,
godila, riempiti di essa
come le forme si riempiono della loro sostanza,
anche tu ama
e non lasciarti
solamente
disegnare dal tempo.

A.M.
"
 
\\ Home Page : Storico : Informatica (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

Di Alex (del 25/04/2007 @ 16:03:22, in Informatica, linkato 3389 volte)

Ho conosciuto l'informatica per un motivo forse futile, senz'altro poco scientifico in senso stretto: volevo imparare a giocare a scacchi.
Fu quindi il Commodore 64 ad iniziare la serie apermettermi gustosissime partite contro il pc, poi il 286, il 386, il pentium e così via.

Però questo articolo non è su di loro, m a sui palmari o portatili che ho posseduto e vissuto come informatico in questi anni.

Il primo computer o meglio elaboratore elettronico con funzioni particolari, trasportabile, poichè questa è sempre stata la mia passione, avere un sistema sempre accessibile con me, è stato un orologio calcolatore.

1. Emit - orologio calcolatore

orologio emit

Le funzioni erano semplici, una calcolatrice di primo livello, però era affascinante portarla sempre con sé.

Ovviamente i pulsantini persero subito le indicazioni e fare i calcoli dopo era anche un procedimento di memoria umana...

L'orologio è ancora in mio possesso anche se funziona solo come calcolo dei tempi.



In costruzione.

2. Casio - orologio con 30 memorie per rubrica

casio memory casio memory 2

Le funzioni erano assai più complesse: orologio digitale (ovvio), 30 rubriche, cinque allarmi pèiù quello orario, fuso orario, timer, stop-watch.

L'orologio funziona ancora, ha sempre avuto qualche problema con i pulsantini poichè la molla interna diventava cedevole, ma con un piccolo spessore in carta torna ottimo,
io lo uso ancora per non perdere il treno, anche se non amo avere l'orologio al polso, inoltre con il cellulare onnipresente non è più così necessario, ma provate a guardare se siete in ritardo per la stazione mentre pedalate nel traffico con un borsone sulle spalle, il rischio cellulare in pappa è altissimo...
In ogni caso è tuttora preciso e funzionale con le sue sveglie e le altre funzioni, anche se le sue memorie sono vuote da tempo (inserire lettera per lettera era lunghissimo!) e vi assicuro che trovare il cinturino è un'impresa, solo che essendo di gomma la durata è veramente ridicola.

3. Altri orologi: con registrazione vocale e con gioco a cristalli

altri

Per allora straordinari, ma decisamente poco utili visto che la funzione orologio era molto imprecisa e la durata dele pile ridicola, quello che registra la voce ha una durata del messaggio di circa 30 secondi e le due pile 2016 si scaricano a razzo!

 

4. Calcolatore avanzato Altroconsumo

calcolatore

Finalmente un sistema di inserimento testo con pulsanti a tastiera (però pulsanti a pressione di plastica, terribili), devo averi scritto un paio di poesie adolescenziali.
Il sistema era interessante: dimensioni da carta di credito, calendario (se non ricordo male), calcolatrice, funzione memo, orologio e sveglia. A parte i pulsanti a PRESSIONE, anche lo schermino a una riga risultava di diffcile utilizzo.

4bis. Traduttore avanzato

traduttore

Grande sistema di immissione con tastiera a pulsanti in gomma; una vasta gamma di funzioni: 6 o 7 (ne possideo due versioni, li regalava una banca con il conto corrente e una rivista) lingue di traduzione sia come termini che come frasi ad argomento, orologio, cal,colatrice, calendario con appuntamenti e sveglie, più sistema con password di sicurezza. Lo schermo a due righe era il non plus ultra rispetto agli alri, la dimensione era come quella di un palmare odierno.
Il sistema ancora molto simile ad una calcolatrice avanzata, sicuramente non ugradabile, non lo rende ancora un vero e proprio palmare secondo la concezione moderna, anche se le funzioni complesse erano senz'altro paragonabili a quelle odierne, tanto che lo strumento potrebbe essere utile ancora adesso.

5. Atari Pc-folio

pcfolio

Ed arriviamo al primo grande palmare che ho utilizzato.
Caratteristiche:
Atari PcFolio (italian version of Portfolio), Japan projected by DIP (UK)
LCD gaphic, 8 x 40 (text)
Organizer, PC-compatible with proprietary interface. DIP-DOS (MS-DOS 2.11 compat.) and Lotus 1-2-3 compat. First integrated pc-organizer.
128KB RAM,
CPU 80C88
3x AA, or ext 6V miniplug
Il mini computer, rigorosamente bianco e nero, con le sue 8 righe risultava ottimo, il sistema proprietario disponeva già di applicazioni avanzate: rubrica telefonica, calendario con sveglia e appuntamenti, calcolatrice, programma di videoscrittura e, meraviglia delle meraviglie, un foglio elettronico compatibile con quelli windows!!
Ricordo che la cosa più piacevole era poter scrivere file facilmente utilizzabili sia sul pc che sul pc-folio, avevo anche comprato un aggeggino da agganciare all'unica porta che permetteva di condividere i dischi tramite porta prallela con il pc!
Il palmarino, in realtà piuttosto grandino rispetto a quelli di oggi, aveva pregi e difetti:
senz'altro il wordprocessing con le funzioni di font e formattazione unito al foglio elettronico era una funzione eccezionale, mi ricodo di avere sbobinato varie interviste politiche anche in treno;
per salvare i files oltre alla connessione con i pc tramite parallela (il programma, ottimo, l'ho usato anche tra pc fino all'avvento di windows xp) esistevano dlle pcmci di prima versione, solo che avevano un grande difetto, una volta sgaciate dalla corrente per ricordare i dati disponevano di una pila 2016 esaurita la quale perdevano tutto;
col tempo poi si è evidenziata una debolezza hardware che oggi rende quasi inutilizzabile l'apparecchio (sì funziona ancora): la fascietta che passa i dati allo schermo si usurava in uno o due anni provocando uno schermo "nero", per cui solo tenendolo aperto in una certa posizione si vedeva tutto, inoltre l'alveo delle pile rendeva difficilissima la loro sostituzione;
però tra il software comprabile su pcmci c'era il powerbasic, il quale caricava un basic avanzato programmabile con il quale ero riusicito persino a creare un piccolo gioco;
Io l'ho usato fino al 2000 come rubrica vicino al telefono di casa, aperto e collegato con il trasformatore!
Basti dire che esistono siti, anche italiani, che ancora commercializzano questo prodotto!

6. Memorex Supermini

memorex

Caratteristiche:
Memorex supermini 199x Reflective LCD CGA Turbo
boot ROM with DR-DOS and tools
1 slot PCMCIA type 1
integrated standard serial and parallel port
1 MB RAM
CPU NEC
4x AA, power supply 220V-5V
Crisp display
example of low cost OEM handheld pc clone Very good, working. With bag.
E' in tutto e per tutto un pc dos con processore 8088, quindi l'antesignano del 286, 386, 486 e pentium... Non sono riuscito ad avviare dei programmi dos classici solo per la mancanza di memoria e per il fatto che le schede pcmci di primissima versione che l'hardware usa erano già introvabili quando l'ho comprato nel 1998. Peccato in quanto anche solo qualche mega in più lo trasformerebbe in uno strumento ottimo per varie applicazioni!
Anche in questo caso il software dell'os possiede già alcune applicazioni attive: utilizzando il programma residente Personal Assistent si ha agenda con allarme, appuntamento e lista cose da fare, wordprocessor, e calcolatrice.
Il sistema è proprio il dos (dr.DOS), pertanto è pefettamente compatibile con i pc ai quali si collega con una parallela o una seriale già presenti, da provare l'utilizzo di un mouse seriale, che rende la sensazione di utilizzare un vero miniportatile.
Rispetto al pc-folio, i cui stati sono piccoli e scivolosi, i tasti paragonabili a quelli di un portatile rendono il memorex uno strumento comodissimo per battere testi, io l'ho utilizzato moltissimo porprio per il motivo per il quale l'avevo comprato: trascrivere i testi degli articoli per la tesi. Mi ricordo che nelle biblioteche c'rea sempre qualcuno che mi chiedeva notizie, anche se il modello era già vecchiotto, però come gestore di testi era decisamente ottimo.
Dopo gli acquisti successivi e per la limitata capienza della memoria non l'ho più utilizzato, ma è ancora perfettamente funzionante.



In questo periodo ho cominciato l'acquisto anche dei veri propri portatili, di cui però vi faccio un excursus alla fine.

7. nokia 9110i

Nokia 9110

Reti: GSM 900 Mhz
Irda, modem, wap, connessione seriale al pc
Dimensioni: 158 x 56 x 27 mm
Peso con batteria in dotazione: 253 gr
Calendario/Agenda, SMS, Wap, fax, gestore di testi, giochi
suonerie complesse, wav e midi

E con questo (circa nel 2000) arriviamo finalmente ad un prodotto completo: un cellulare palmare, con una spesa decisamente superiore alle altre (circa un milione e mezzo di lire), ma con un prodotto decisamente ottimo.
Un vero e proprio sistema operativo (Sembian OS) con un buon numero di programmi installabili
In dotazione già un gestore di testi abbastanza avanzato, a quello e ad altre applicazioni già in loco avevo aggiunto: filemanager, alcuni giochi, emulatore dos, gestore di testi in grado di visualizzare anche documenti word e pdb, foglio elettoronico, gestore di applicazioni... Vi erano un paio di sviluppatori software veramente ottimi, peccato che con l'uscita del 9210 e dei successivi, ossia dopo circa due anni gli sviluppatori amatoriali e quelli professionali abbiano abbandonato il campo, mettendo però a disposizione i programmi gratuitamente.
Oggi per me è il portatilino più comodo in caso di appunti e accessi a biblioteche e simili, se non uso il Flybook, perchè anche se la tastiera assomiglia a quella del pc-folio come scomodità, la struttura estremamente compatta, la velocità di lavoro, e le gestionalità avanzate del software lo rendono molto comodo e ancora un ottimo strumento, a parte la funziona cellulare ancora accettabile.

8. Palm m125 e Nokia 5210

palm m125 nokia 5210

Il peso del Nokia 9110 era notevole, la dimensione considerevole come cellulare e il prezzo decisamente non abbordabile come oggetto di uso comune, pertanto la mia scelta è caduta su l'accoppiata Nokia 5210 e Palm m125.
Palm OS® software v 4.0
Capacità di memoria 8 MB
Infrarossi
Slot di espansione Secure Digital/MultiMediaCard e connettore universale
Base USB HotSync®
Agenda, Rubrica, Impegni, Blocco note, Appunti, Orologio, Calcolatrice
MultiMail SE, Palm Reader, Pocket Mirror 3.0, AvantGo's Web Channel Manager, DataViz Documents To Go v 3.0, MGI PhotoSuite Mobile Edition
L'ingresso nel mondo palm os, nonostante il rispetto per i sistemi come quello della nokia, ha determinato una passione imperitura...
La stabilità, la chiarezza ed economia di utilizzo ed installazione, la funzionalità e la piacevolezza dei sistemi palm determinano da smepre la mia preferenza per questo lato oramai oscuro della forza dei palmari, oscuro perchè la battaglia con pocketpc è persa, nonostante la differenza abissale e, secondo me scontata, di qualità.
Il Palm m125 era uno dei più avanzati con schermo bianco e nero, o meglio grigio, ed aveva già ottimi strumenti di gestione con agenda, rubrica, sistemi digestione, svago e una nutrita schiera di programmi free e non, scaricabili da web. Montava già la prima versione di Documents to go, in grado di visualizzare, modificare e sincornizzare i documenti di Office.
Il nokia 5210 credo fosse il miglior telefono bianco e nero mai prodotto: non si rompeva (anche se avendo avuto fino ad alloar degli alcatel ero abituato al meglio), resisteva agli urti e all'acqua, aveva molte funzioni tra cui anche la chiamata vocale e i gruppi, e il tutto ad un ottimo prezzo.

9. Handspring Treo 180

treo 180

La peculiarità del palm m125 e del nokia 5210 fu che dovetti acquistarli due volte per un bastardissimo furto a mio danno sul lavoro, mi rubarono il borsello con tutto dentro... mesi di straordinari per ricomprare le stesse cose, ma col tempo presi una decisione: avere un oggetto unico.
* processore Motorola Dragonball VZ a 33 MHz;
* 16 Mbyte di RAM;
* sistema operativo Palm OS 3.5.2H;
* dimensioni: 110 x 69 x 18;
* peso: 147 grammi;
* video monocromatico (16 toni di grigio), 160 x 160, retroilluminato;
* connessione al computer (PC o Mac) tramite porta USB o seriale;
* telefono cellulare GSM 900/1800 MHZ;
Il treo 180 montava tutti gli strumenti dell'm125 avendo in più la funzionalità telefono e navigazione web integrata: veramente ottimo. Il sodalizio con questo strumento non si è più fermato.
Ricordo di averlo acquistato al Panorama di Parma, di certo non un luogo specifico per l'elettornica, dopo qualche mese aveva un problema nell'audio, la Handspring mi ha sostituito l'unità in garanzia.
La tastiera integrata finalmente mi permetteva di poter scrivere in movimento avendo in un solo strumento tutto! Quello che non era possibile per la dimensione e il peso del 9110 lo diventava con il treo 180. Ottima la rubrica, gli sms tutti salvati, la velocità delle applicazioni, il software, i documenti word, la sincronizzazione che permetteva di non pedere mai nulla, insomma il supergadegt che però era realmente utile, non solo tecnologia pur tecnologia. Il nokia 5210, è stato utilizzato dalla mia ragazza fino alla sua perdita (sigh), l'm125 e il treo 180 sono stato venduti a Bologna nel 2004 ancora funzionanti!

DA COMPLETARE

10. nokia3650 nokia 3650


11. treo 600 treo 600


12. casio EM505i casio


13. Eten P300 eten p300


14. FlyBook A33i flybook A33i


15. Treo 650 treo 650

16. PSP

17. Treo 680

18. HTC P3300

19. Iphone 3G

20. Palm Pre

21. Palm Pixi Plus

22. Iphone 3GS

23. Palm Pre Plus

 

Oggetto Data Acquisto Durata
1. Orologio Emit 1983? Direi che la data di acquisto risale ai tempi del liceo se non prima, ed è ancora in grado di funzionare anche se da anni è in archivio.
2. Orologio Casio 1989? Acquistato alcuni anni dopo l'Emit e utilizzato per molto tempo, fino all'arrivo dei traduttori/agente; ma come orologio basta funziona e lo utilizzo tuttora!
3. Altri orologi 1985 ? Sono alquanto distrutti, ma credo che inserendo le pile sarbbero ancora funzionanti.
4. Calcolatore Altroconsumo 1986/1987 ? Un po' faticoso cambiare le pile ora e fare recepire l'utlizzo dei tasti, ma ancora funzionante, volendo.
4bis. Traduttore 1988 ? Molto dispendioso per le pile, ma funzionante, anche se archiviato per ora,.
5. Atari Pc-folio 1990? Molto utilizzato, anche come rubrica elettronica, fino al 2000, poi sostituito daicellulari moderni... però dalla fine degli anni novanta hanil difetto dello schermo in apertura, piuttosto fastidioso per un utilizzo odierno, per cui è archiviato.
6. Memorex Supermini 1997 Superutilizzato per la tesi (fine 1998), tuttora funzionante, ma data la sua memoria ridotta ora utilizzo nel caso: il treo 650, il nokia 9110 o il flybook.
7. Nokia 9110i 1999 Decisamente ancora funzionante, ma mai utilizzato davvero come cellulare, la batteria fa un po' fatica, in ogni caso lo ricarico al bisogno per cui è in panchina.
8. Palm 125 e Nokia 5210 2001/2002 Erano perfettamente funzionanti nel 2004, ma uno è stato venduto e l'altro regalato e perso, pur funzionando benissimo fino all'ultimo... sigh
9. Palm Treo 180 2002 Venduto, ma funzionante fino al 2005 sicuramente.
10. Nokia 3650 2002 Venduto a parenti: ieri era ancora perfettamente funzionante!
11. Palm Treo 600 2003 Lo utilizzavo fino a novembre 2007, venduto funzionante!
12. Casio E505i 2004 Messo in vendita, funzionante anche se con bateria rapida ad esaurirsi
13. Eten P300 2005 Venduto, ma a parte la batteria funzionava perfettamente.
14. Flybook A33i 2005 è il portatile che utilizzo ora e con cui ho scritto buona parte di questo pezzo
15. Treo 650 2006 è il cellulare che utlizzo tuttora,  per navigare il web, come sveglia, come sostituto
16. PSP 2006 console soprattutto per giocare, ma non solo!
17. Treo 680 2007 è il mio cellulare fino al settembre 2009
18. HTC P3300 2007 il cellulare per navigare e guidare con il GPS
19. Iphone 3G 2009 l'ottimo smartphone della Apple, mio cellulare di appoggio dal 2009, cambiato poi con il 3GS
20. Palm Pre 2009 il grande nuovo arrivo Touch della Pre con sistema WebOS, mio cellulare dal dicembre 2009 al febbraio 2011
21. Palm Pixi Plus 2010 il piccolo nuovo gioiellino della Palm, da vedere e provare assolutamente, tecnologia concentrata!
22. Iphone 3GS 2010 il successore del 3G più veloce, mi è utile per certe App
23. Palm Pre Plus 2011 il nuovo HP - Palm con più memoria, ora il mio Cell

Nota sulla diversità palm – pocketpc

Pocket Pc (Sistema windows mobile o altri) 1. molte versioni (palm 3.5 e 5)
2. salva i programmi anche su pc, questo è comodo se devi reinstallare, ma scomodo per spazio e confusione
3. sul pocket mette vari file in varie cartelle esattamente come windows, con rischio di non riuscire a disinstallare, avere versioni errate etc etc, non uno o pochi come palm
4. i file di installazione sono compatti e compressi mentre la maggior parte del palm si vedono fisicamente
5. non si possono cambiare le installazioni su scheda o su ram da pocket, su palmare spesso sì
6. i backup sono lunghi e non si possono fare spesso come palm
7. spesso va in blocco e qualche volta perde del tutto il sistema (Ogni tanto il Pocketpc perde tutta la carica, però funziona bene il recupero da backup su mmc)
8. non comodo il passaggio a solo pocket senza cellulare
9. idea di programmi in task, utile per passare da un all’altro, ma scomodo per prestazioni
10. il pocket è in grado di utilizzare hardawre più potenti e con ppiù periferiche (es. wifi), ma la sua stabilità ne risente e con questo non fa che assecondare il sistema solamente commerciale, non pratico e funzionale, della vendita hardware...

In definitiva il Pocketpc può di certo tendere a windows con programmi similari ma light e pertanto può caricare le dll utili per molti tipi di hardware, diversamente dal sistema Palm che non riesce a seguire l'hardware aggiornato.... però la stabilità e le prestazioni palmos sono molto migliori, il parco software è enorme e il funzionamento dei songoli programmi è decisamente buono, così come la disinstallazione: è quasi perfetta, cosa che non si può assolutamente dire del pocketpc.

PORTATILI

Sicuramente i portatili sono un'ottima strumentazione, io lo uso per lavoro e dovendo muovermi su più città avere un ufficio mobile ed adattabile è estremamente funzionale, oltre al fatto di poter accedere ai contenuti anche da casa per qualsiasi evenienza... Però anche se il portatile classico porta con se la funzionalità e le prestazioni di un pc dell'epoca di uscita risulta sempre ingombrante e pesante negli spostamenti, pertanto la mia passione per i palmari rimane superiore, nonostante l'impossinilità di utilizzare gli stessi software del sistema windows o linuc del pc.
Forse gli ultraportatili o micropc (OQO, Samsung Q1, Sony UX180P) del futuro risolveranno questo dilemma; per ora però la differenza di funzionalità è troppo alta: poche risorse per software pesante (grafica, video, svago) e periferiche input di difficile utilizzo (tastiere virtuali o limitate).

1. Olidata 386 - circa 1995
2. Compaq pentium II - 1998
3. Pentium III - 1999
4. Olivetti pentium II - circa 2001
5. IBM R40 - circa 2003
6. IBM T30 - circa 2003
7. (digital HiNote 486 x linux/win95) - 2005
8. Flybook A33i - 2005
9. IBM 600E - 2007
10. Acer 5520G - 2007
11. Samsung Q1 - 2008
12. Acer Aspire One A110L Netbook 8gb ramdisk - 2008
13. Raon Everun S60H? -2009
14. Flybook VM - 2010

Non dispongo più dei dati di ognuno, ma posso dire che l'Olidata era un buon prototipo, mancava però di una ventola per il processore, pertanto dopo un po' di lavoro si bloccava, aprendolo, praticando alcuni buchi ed aggiungendo un a ventola che si agganciava al cavo del pc la situazione è stata risolta, l'ho venduto come usato ad una giornalista parecchi anni dopo la sua uscita, con il suo Windows 3.11.

Il Compaq usato è stato il primo portatile che poteva montare windows 98, non aveva una grande batteria e potenza, ma era comunque piacevole da usare, l'ho venduto ad un amico che credo lo utilizzi ancora.

Il Pentium III non ricordo di che marca fosse, comunque era una sottomarca, però aveva buone funzionalità, l'ho usavo quando ero imprenditore tecnico informatico, è stato venduto come usato e passato di mano una seconda volta prima di essere rubato, però credo che questo identifichi un buon successo del pezzo.

L'Olivetti era una mascchia vecchia e usata, con il lettore cd estrerno, però era piccolo e ben funzionante, con qualità ottima, cose che ho rilevato su pc olivetti desktop, funzionanti in tutte le loro parti e ben performanti anche dopo dieci anni, con perferiche all'avanguardia; è ora in Africa, spero che serva ancora ai suoi scopi.

Con l'IBM si passa al top delle mie esperienze, non ho mai trovato strumenti migliori per qualità e funzionalità, anche se c'era una profonda differenza tra la fascia R a basso corsto e la T al top della specie, il T30 pur essendo vecchiotto faceva girare software che il mio HP della ditta del 2005 fa tuttora fatica ad accettare. Entrambi sono stati venduti agevolmente come usati di recente, l'utente ebay che ha ricevuto il T30 è stato colpito dalle sue capacità, la velocità, la lucina sui tasti per lavorare di notte, lo schermo e il buon equilibrio dei componenti lo rendono da allora il mio consiglio per i portatili.

Il 486 era un esperimento per .linux, ma l'impossibilità di passare i dati se non per cavo seriale e la pochissima memoria, meno i 8mb credo, dopo vari tentativi mi hanno fatto optare per un ben funzionante windows 95, l'ho regalato, ma purtroppo era un po' delicato e credo abbia smesso di funzionare nel 2005.

Il flybook A33i è l'ultimo portatile che ho acquistato per me, nasce dall'esigenza di poter lavorare in treno, purtroppo sono un pendolare, e dal salvare la mia schiena e le mie spalle... direi ottimo, ipercollegabile, veloce, piccolo ma senza mancanze, solo troppo costoso.

L'IBM 600E comprato come occasione derivava dall'esginza di fare un regalo a mio padre perchè potesse navigare il.web, vedere i film in divx, le foto e sentire i cd... con l'aiuto di tcpmp finalmente sono riuscito a far funzionare i film a dovere nonostante i. processore non velocissimo; però credo di poter dire asnche in questo caso che l'ibm aveva creato un'ottima macchina, eccezionale per l'epoca di uscita e funzionale ancora ora (1024x768 ram cpu).

 

 
Di Alex (del 20/10/2007 @ 08:19:47, in Informatica, linkato 810 volte)

Dopo varie vicissitudini informatiche, e non solo, sono ancora qui.

Purtroppo il mio provider del dominio web e dello spazio è fallito, o semplicemente ha deciso di chiudere senza avvisare, pertanto su www.transmat.net non troverete mai più nulla.

Ho dovuto correre ai ripari e registrare questo nuovo dominio: www.pegaso2.biz presso un'importante agenzia di servizi web.

Vi consiglio di scegliere un fornitore privato se ha gli uffici dietro casa vostra, ma affidarvi ad una grande e conosciuta azienda, anche estera, se non avete vicini superinformatici, ricordate che i piccoli chiudono e basta, i grossi vengono comunqu acquisiti, pertanto i servizi non si bloccano. E' il caso di Italia on line, posi passata a Infostrada-Omnitel e trasformata poi in Libero, prima che anche Omnitel si staccasse e divenisse vodafone, mentre Infostrada passasse a Wind... mai perso l'indirizzo mail creato con IOL nel 1991.... mentre il povero pegaso2@transmat.net si è perso nel nulla...

In ogni caso oramai vi sono servizi di hosting (noleggio di computer server per il web) o comunque di registrazione domini (indirizzi web) e spazi annessi con servizi, a poco costo all'anno, partendo dai 15 ai 50 euro annuali!

Dopo questo, e la fatica di rifare bere a Google e ad altri motori di ricerca il nuovo indirizzo (il vecchio ci metterà parecchi mesi a scomparire, però google ci ha messo solo un paio di settimane ad acquisire i nuovi, Grande!), ecco che la questione informatica si ripresenta: la scheda video fa le bizze, e mi accorgo che le ventoline dell'acceleratore e della scheda (Geforce 6600 gt 8x) sono ferme e bruciacchiate.. colpa credo del superlavoro del pc.
Quindi ho dovuto attendere la nuova scheda, una 7600GS ottima.
A proposito, sì, io utilizzo ancora un pc con una Chaintech N7j, con processore AMD duron 2.5 e slot video AGP 8x, con Windows XP... eppure riesco a fare tutto e a far girare tranquilamente i programmi e i giochi di ultimissima generazione: quindi è assurdo puntare ai dualcore e a Windows Vista!

Io credo che i pc dal 2004 in poi non abbiano nulla di nuovo, sia come hardware che come software, certp aggiungere wifi e bluetooth è utlie, ma per il resto i nuovi pc superpotenti sono solo graficamente, quindi superficialmente, nuovi, è cambiato solo il modo di presentare le cose, ma la sostanza delle capacità dei programmi è già al massimo da parecchi anni.

Notate come ottimi programmi semplici ed in grado di fare bene le loro operazioni ora abbiano versioni super complesse in cui l'azione fondamentale è la stessa, ma si sono aggiunte molte azioni inutili e che rendono solo pesante l'applicazione e quindi non più così funzionale...

E' il caso degli utimi Netscape prima di passare a Mozilla, è il caso di MS Office che fa le stesse cose, ma apre dieci pannelli automatici per "aiutare" l'utente e riduce l'area di scrittura al 50%! Rallentando poi tutto il sistema. E' il caso degli assurdi effetti grafici di Vista... ma ne riparleremo...

 
Di Alex (del 08/12/2007 @ 16:13:18, in Informatica, linkato 855 volte)

Windows Mobile, Palm os o Symbian questo è il problema?

Premetto che non faccio menzione di sistemi come quello sui Blackberry poichè non  lo conosco.

Il mio utilizzo dell'Eten, del Casio ed infine dellHTC, così come deivari Treo ed infine del Communicator e del 3650 mi ha permesso di giungere a queste considerazioni:

Symbian e Plam Os sono più stabili, anxche se il loop di sistema per un errore di software d'avvio è sempre possibile si riesce correttamente anche a ripristinare il sistema.
Windows Mobile è decisamente complesso e quindi instabile, inoltre non sono mai riuscito a ripristinarlo corretamente, senza cioè che manacassero ad esempio tutte le abilitazioni dei programmi.

Symbian e Windows Mobile sono ingrado di stare al passo con le innovazioni hardware (WiFi e GPS), Palm os finora è rimasto indietro, forse con la Access che lo elabora e la nuova versione che ingloba sistemi linux supererà qusto gap, ma per ora nessun palmare Palmos posseide quele parti hardware proprio per questo motivo.

Il sistema Symbian è strutturato per essere gestito solo via menu, in quanto pochissimi podotti nokia sono touchscreen, la cosa rende però laboriosissimo utilizzare programmi che con un sistema di puntamento sarebbero sempicissimi.  Il sofware disponibile è molto potente, ad esempio per gestire fotocamere o altri hardware (sistemi di rilevamento visivo per la fotocamera o di profili attivabili a seconda della cella gsm che si utilizza non li ho mai visti su altri sistemi anche se c'erano già 5 anni fa!). Pecca un po' nlla gestione e modifica dei documenti office o nella lettura degli ebook, ottimo invece per i multimedia. I giochi sono buoni, ma quasi solo d'azione: quasi impossibile realizzare un RTS con 5 tasti di spostamento (vedi la PSP). La navigazione web è buona anche se non la migliore.

 Il sistema Palm OS, che devo dire è notevolemnte migliorato sul Treo 680, molto più stabile e con errori più radi anche se maggiormente lento, dispone di una dotazione software incredibile, i giochi sono di basso livello grafico, ma esistono ottimi RTS e RPG, sul campo editor e ebook è prefetto, e si difende bene anche a livello multimedia, anche se i video sullo schermo 320x320 sono piccolini.
La gestione dei documenti office e la sincronizzazione è eccezionale. Meno bene però la navigazione: mancano dei browser stabili e che sappiano mostrare bene tutti i tipi di pagine web.

Il sistema Windows Mobile, è compicato, sembra davvero  un poket pc, ma per realizzare un'operazione occorre cliccare cinque o sei volte e più, per raggiungere l'icona, per avviare le funzioni, per chiudere il programma, per richiudere le cartelle, per chiudere davvero i programma rimasto in background... E' il sistema più macchinoso mai utilzzato su palmare, anche solo per rispondere al telefono è un traffico se stai facendo altro e intanto tutto rimane in memoria o si impalla! Dovrebbero pensare dei pulsanti e dei comandi più rapidi, per ora è assolutamente antirapido e in contrasto con la base palmare della faccenda che dovrebbe risultare appunto di utilizzo immediato. Neppure Xp è così complesso, mentre mi ricorda un po' la macchinosità di certi Linux.
Come software siamo al massimo, completi, di altissima grafica, ben interfacciati con i loro colleghi su pc.
Per gestire i documenti office siamo dal papà quindi nessun problema, lo stesso per gli ebook, un po' più macchinoso e instabile la gestione dei media, ma accettabile, la navigazione è il massimo consentito su di un palmare visto che anche qui troviamo il padre di tutti i browser, mentre i giochi sono ottimi e di buona garfica, con RTS grandiosi e RPG altrettanto.


Rilevo però una grave situazione nell'HTC: spesso perde la lettura della scheda di memoria o la legge non correttamente inficiando l'utilizzo dei programmi, molto grave!
 
Di Alex (del 23/12/2007 @ 08:41:27, in Informatica, linkato 2147 volte)

All'inizio erano le sale giochi (1980-1986-1990) e ricordo galaga, krull, i pinguino che spingeva i cubvetti di ghiaccio ed infine un'astronave che si muoveva su tanti scenari, oltre a Interantional karate... bellissimi, ma costosi oltre che a rischio di ragazzetti bulletti che ti picchiavano se non gli cedevi il gioco...;

nel 1982/1983 il Commodore 64 e qui sia gli emulatori dei giochi "da bar", sia giochi bellissimi come 1942, in cui si doveva utilizzare strategia pe le allenaze e tatica sul campo di battaglia, oppure il fatidico Qix conm il pallino che correva sui bordi e la barra (mossa da strane formule matematiche) che cercava di colpirlo mentre disegnava sullo schermo i suoi quadrati. Il Commodore sfornava moltissimi giochi, sicuramente gli ultimi: l'RPG Dallas, Bruce Lee, Commando e gli RTS come quello che aveva tanti stadi, carrarmato, navi etc etc erano molto belli.
nel 1985 arriva il pc (386/486), ricordo soprattutto Ultima I II..., e monkey island

nel 1990 nasce internet in Italia e ricordo giochi come Total Annihilation, e il suo compagno "King..." bellissimi, così come warcraft fino al tre che ho giocato via web per anni nonostante il 56k, aggiungiamo HALO 1 su web e RPg, bellissimo

dal 2000 con l'ISDN e 2002-3 con l'adsl i giochi online diventano molto più interessanti, wracraft3, Battlefield 2, Lord of the Rings, battle for middle earth direi il migliore RTS ora in giro

2004 PSP direi che gli strategici qui sono un po' penosi, senz'altro buoni gli RPG (Battlefront) o a metà tra i due, buoni quelli a turni come il Signore degli anelli.

oggi 2007 i super PC con Oblivion, WOW e Battlefield, io non smetto di utilizzare l'RTS LOTR e Battlefield 2142 online.

Tra i giochi senza tempo, con grafica piacevle e struttura di gioco semplice ma efficace, molto longevi io metterei senz'altro due titoli:

Warrior Kings Battles (Empire interactive e Black cactus) e Total Annihilation (Halifax).
Il primo è un RTS 3d di ambientazione medioevale, l'unico con completa posibilità costruttva di azione e tre tipologie di linea produttiva, finora ne ho provati molti ma nessuno come questo per cui lo installo da sempre sui miei pc; inoltre le mappe sono casuali e l'IA non malaccio.
Il secondo è un RTS 2d di ambientazione ultrateconolgica, anche questo con possibilità assolute di costruzione ed azione sulla mappa; il gioco era talmente bello che ha provocato tre successivi cloni: spring3d (free giocabile online) la versione 3d per multiplayer; ta3d (free), la versione 3d per singleplayer creta da un francese, ancora in fase beta, ma già ottima; ed infine Supreme Commander (commerciale), una versione ricreata con proprie unità ed ambientazione simile, con una qualità 3d molto alta ed una buona giocabilità, anche se non apprezzo il fatto che sul mio pc con geforce 7600 RAM 1gb e CPU 2,2 non si riesca a giocare decentemente anche in risoluzione minore!

Inoltre tra gli RTS senz'altro aggiungerei tutti i Warcraft e non ultimo il 3, tuttora molto giocato online. Unico neo è che il gioco vale soprattutto in multiplayer, da soli è un po' noiso se non si fanno le campagne che invece sono il massimo come atmosfera e coinvolgimento. Non cito neppure quello online (WOW) perchè gli MMPORG non mi piacciono, li considero solo macchine per fare soldi e trovo stypido che ci sia differenza tra i vari giocatori a seconda del tempo di gioco, è presuntuoso e non democratico. Inoltre è troppo coinvolgente e rischia di fare perdere troppo tempo di vita reale, a me picciono i giochi che finiscono in 1 ora e posso fare quando ho tempo.

Infine non scordiamo:
i giochi di strategia stile Civilization, ora a versione IV, Imperial Glory, e Total War, i quali però mi hanno stufato presto.
Devo dire che invece i vari World Empire etc non mi entusiasmano, e anche Age of Empire ora al III non lo trrovo così dinamico.

Di altro genere, ma ormai un must per me gli ultimissimi:
gli RTS della sere Battle for Middle Earth, I, II IIwk che gioco tuttora tutti online e non solo, di ambientazione Signore degli anelli
mentre come RPS non ho mai smesso di utilizzare online e in single le varie versioni di Batllefield, da 1942 a vietnam al 2 a quello che ora utilizzo: 2142. Della stessa csa anche Meda of Honor, ricreazione della seconda guerra in single a campagna eccezionale, ma che una volta finita non è molto giocata online quindi ho venduto.

 
Di Alex (del 30/01/2008 @ 10:58:37, in Informatica, linkato 10684 volte)

Beh, alla fine mi son ritrovato con Vista. Una vista buonina alla fine, ma mica tanto comoda...

Partiamo dall'inizio, dall'incipit, avevo bisogno di spostare i pc in un'altra città, ogni settimana, quindi ho deciso di fare l'acquisto.
Anche perchè ho notato che finalmente i notebook avevano raggiunto delle configurazioni hardware decenti senza spendere un patrimonio.

Ho valutato varie marche, da Hp a Lenovo/IBM (le migliori), sino a Toshiba e Acer. Avendo disponibilità limitate alla fine ho deciso per l'Acer Aspire.
Certo la mia esperinza, anche se non diretta, con quella marca non era la migliore: batterie subito andate e tastiera fuori uso, ma non si sa mai, ora è il mio notebook...
I prezzi erano circa gli stessi tra Euronics, Expert, lo store dell'IperCoop e MediaWorld, ho scelto EldoMegastore che ha appena aperto e aveva un'offerta, solo che in realtà costava 699 sia quello con AMD che quello Intel, ma ho scelto il primo: no palladium e quindi controllo del software tra Vista e Cpe e tra l'altro Amd più veloce e a 64bit, il resto dell'hardware era esattamente spiccicato.

Appena acceso la velocità non era male, a  prima vista.. che bello! grafica piacevole, contorni sfumati e chiaroscuri delicati, rotondi e linee di design. Però è davvero tutto utile questo? Ho dovuto comunque intervenire per togliere Norton Antivirus (mettendo Avast) e disabilitando le utility Acer e i Widget Vista, che saranno belli, ma rallentano del 15% il sistema, ho liberato l'utente dalla sicurezza prima di impazzire e riabilitato l'amministratore segreto, ridotto gli aggiornamenti super-automatici che mi costavano o un patrimonio se mi collegavo senza adsl, installato IIS7, abilitate le preview nelle cartelle, tanto semplice quanto difficilissimo trovare dove cacchio tiene il comando.
NB le aggiunte Acer al sistema sono un po' assurde: l'Epanel ci mette 5 minuti ad essere attivo e permette 2, massimo tre cose importanti, il resto è assurdo. Se cerchi di vedere al guida ti scompatta 2 giga di roba (che cercherò e ammazzerò presto) per poi avere al stessa guida pdf che già esisteva! I giochi demo preinstallati sono carini, ma odio le demo e preferivo decidere io quali mettere, lo stesso per Office Trial, che me ne faccio, l'ho già distrutto, così come la presa in giro di Works, cosa c'azzecca con Vista nel 2008 un sistema office che andava bene ai bambini nel 1990?!
In ogni caso ho aggiunto poi una bella partizione Xp...

Un attimo a proposito di XP prima di tornare a Vista & Co, la cosa non è difficile, ossia installare Windows Xp su un notebook con disco s-ata:
si procede scaricando i driver sata ds HP o IBM, una coa simile a F6flpy32.exe, quindi si utilizza un driver floppy usb, chi non lo usa ancora non sa cosa si perde.. Si avvia il sistema da cd di windows xp e si seleziona F6 per caricare i driver esterni, si seleziona il mobile e via che si installa... i driver l'Acer li mette sul suo sito, anche se ben nascosti, ma mica è scema...
Ma poi Vista che fine ha fatto?!! beh con VistaBootPRO o EasyBCD si ripristina l'avvio di Vista e la selezione del sistema all'inizio e il gioco è fatto!
E vi assicuro che Xp viaggia che si inversa, servivano tanto i fronzoli di Vista?

L'Acer-Aspire 5520g non è male come hardware:
ACER Aspire 5520G-6A2G16Mi Athlon64 X2 TK55 (1.8GHz) 2GB/160GB/15.4"/DVDRW/NV8400/VistaHP/1Y AMD Athlon64 X2 DualCore TK55 (1.8GHz/2x256kB/Tyler), nVidia nForce 630M chipset, 2GB DDRII (2 x 1GB), 160GB HDD SATA (5400rpm), DVD-RW dual layer,NVidia GeForce Go 8400M GS 128MB GDDR2 DX10, 15.4" WXGA 1280x800 CrystalBrite, Integrated WebCam 0.3MPix, S-Video TV out, Dolby certified surround sound system, S/PDIF, 4xUSB, DVI/HDMI, Expresscard, 5-in-1 card reader, FireWire, Modem, G-LAN, WLAN 802.11 a/b/g, 12 function buttons, 6 cell 71W battery life up to 3:00h
la struttura interna, il motore (CPU, Ram, Hd), credo vada bene, forse non proprio come due Intel centrino con configurazione IBM, ma ci sono...;
lo schermo è vermente bello e luminoso, anche se non ho mai amato i widescreen, risultano scomodi e inutili, io i film riesco a vederli anche sul palmare figuriamoci se mi frega dei 16:9 (ps: non possiedo televisioni dal 1999);
la tastiera è comoda, ma un po strana, niene a che vedere con quelle HP o IBM, e speriamo che duri;
buona la webcam, anche se io l'ho utilizzata tre volte in vita mia:
buoni gli attacchi, peccato che manchi il video in entrata;
un po' scomodo l'attacco per la rete elettrica.
Ma poi ecco i fastidi: c'è il tasto, è piccolissima, costerà al produttore 10 euro, ma 'sti Acerini non hanno messo il Bluetooth, ma come, è un must anche per il cellulare più schifoso e tu non solo non lo metti, ma ci lasci il tasto come se ci fosse! E' avvilente e incazzante, su questo hanno perso 100 punti. La batteria poi, indicata per tre ore, ahahahaha, forse intesa a computer spento, con Vista acceso dura un'ora se va bene, ed è ovvio che ci scruto i files, scrivo o ascolto musica o film, o cosa me ne faccio di avere il notebook acceso? Diciamo che va bene come sistema di sicurezza, ma per lavorare senza rete... mah.
In ultimo ti dicono che c'è una presa irda per il telecomando e poi scopri che nessuno l'ha mai visto e non esiste da acquistare, allora cosa cacchiolina lo crei a fare?
Comunque farò ulteriori prove, non ho avuto ancora molto tempo.

E veniamo a Windows Vista Premium, dal nome sembra portentoso, ed effettivamente è più user friendly, di design, ma mantiene alcune cosette extra che vi raccomando!:

  • innanzitutto: OPERATE alcune variazioni: Vista rompe con continui avvisi, diciamo che perdete quasi la metà del tempo a rispondere si o no al sistema, e non esagero, se usate Explorer (io non lo tocco da anni quindi...) vi dice che l'80% dei siti è pericoloso e vi chiede anche se avete bisogno di andare in bango prima di proseguire, quindi Firefox forever, inoltre isabilitate la protezione dell'utente o dopo qualche giorno gli sparate, se toccate un file, se installate un programma (mamma mia), se lo guardate troppo intensamente vi avvisa che è pericoloso e sarebbe meglio telefonare a Bill per sapere se vale la pena fare arricare la Cia...
  • la navigazione delle cartelle sarà pure più semplice per i novelli, ma tenete conto che mancano i pulsanti (nessun torna sopra taglia e incolla) e non si possono aggiungere, per cui per fare le semplici operazioni di Xp devi cliccare 10 volte in più, è come avere un bellissimo autobus multimediale, colorato, ma in cui ogni vota che frena i passeggeri si spiaccicano sulle poltrone di design perché gli attacchi che prima erano tubi ora sono ganci da scalatore con tre tipi di chiusure....
  • se avevate qualche bel programma storico, che funzionava alla grande anche su XP, beh scordatevelo
  • scordatevi anche di creare delle reti velocissime con il firewire (porta 1394), certo la lan è a 1gb, ma mica la trovo nei pc storici.
  • avete qualche bel programma, beh sappiate che solo il 20% funziona su Vista
  • se poi aggiungete una periferica vecchina (di 2 anni fa), il tipo ti chiede i driver 18 volte, e dico 18, e non beve nessun altro driver che i suoi, poi magari la periferica funzionicchia, ma te li richiede ogni volta che la usi!
  • la batteria si esaurisce (ma forse è l'acer non tanto Vista) come quando stappate la vasca da bagno, e sembra fare anche il risucchio finale, se passate alla modalità di economia dopo lo schermo dovete guardarlo con una torcia! Insomma!

In definitiva sarà user-f, sarà bello da vedere, dovrò fare una scansione più approfondita, i software in dotazione con il sistema sarà più completo e decisamente più avanzato, sarà più stabile e sicuro, però non è solo tutto luccicante.

Insomma "mica male" questa vista (ancora!!!??) ...

Greto del torrente Parma

Aggiornamento: www.pegaso2.biz/public/Pegaso2/asp/dblog/articolo.asp

 
Di Alex (del 21/09/2008 @ 21:00:05, in Informatica, linkato 1101 volte)

Oramai, dovo aver ceduto e avere acquistato un Acer Aspire one 150L con ssd da 8gb e 512 Ram + sdhd da 8gb per 320 euro (299 più scheda), ho fatto varie prove.


IL RISULTATO

  • il sistema Linpus preinstallato, almeno sul mio, era in inglese e anche due ripristini dal cd non sono serviti a nulla, rimane in inglese.
  • Linpus è perfettamente funzionante e aggiungendo la scheda da 8 nel lettore a sinistra il disco base diventa di 14gb (manca la partizione di swap di 2gb credo) e vengono in automatico messi i dfati sul secondo disco , il wireless è ottimo e la lettura del disco sdhd veloce.
  • però il sistema è ostico e nonostante le varie guide installare è un casino, mettrere le icone poi...
  • quindi ho provato a mettere xp lite sp3 da eeepc, solo che la versione in inglese con base svedese è un po' un casino e i diriver xp non facevano funzionare sonoro e wireless, che al tocco del tasto si disabilita e basta, non si attiva, probabilmente mancavano troppi driver nella versione
  • quindi ripristino Linpus, riesco a risbloccarlo, ad installare VLC VNC, ma non provo neppure a mettere le icone..
  • reinstallo windows versione sempre sp3, ma più ampia, nominata HwNL , devo dire che la partenza è solo unpo' più lunga e così lo spegnimento ma non troppo, ora metto i driver e vi faccio sapere, risulta più lentina e un po' a pause quando deve leggere la scheda, però vedremo, abituato al mio Flybook a33i con XPpro e Samsumg Q1non credo di esigere hardware troppo potente...
  • Ultimo capitolo: i driver si installano tutti, quindi credo dipenda dalla versione lite che si sceglie, la quale non abbia abbandonato troppi dll e servizi, audio e wi-fi funzionano a dovere, il gestore di card non si installa, ma windowz recepisce il funzionamento da solo. Il sistema funziona, ha dei rallentamenti in lettura del disco, ma poi i programmi si avviano bene e avvio e spegnimento sono abbastanza rapidi.
  • Consiglio comunque di installare i programmi più pesanti come versioni portabili sulla scheda esterna, per non pesare sul disco interno e per non installare librerie ed altre cose nel registro rallentando così il sistema, questo vale sopratutto per i vari office e programmi grafici o gestori di media.
  • (24 ottobre 2008) Lo utilizzo oramai da un po' e devo dire che a parte o rallentamenti iniziali (probabilmente riducibili riducendo via registro i vari interventi di files temporanei che windows crea), tutto il resto funziona correttamente, era bella la funzione di Linux che trasformava in disco c anche la seconda scheda, ma non è male anche se windows lo vede come secondo disco. Per scrivere è ottimo. Funziona anche bene per musica e film, e dato il basso costo, è grande come compagno di viaggio sena preoccupazioni esagerate di rotture e furti. CREDO POSSA A RAGIONE CONSIDERARSI UN OTTIMO COMPUTER INIZIALE, UN BUON PC PER STUDENTI E PER CHI DEVE COMINCIARE.
 
Di Alex (del 05/10/2008 @ 22:09:50, in Informatica, linkato 5531 volte)

Sono ormai disponibili gli strumenti che vi avevo prospettato alcuni mesi fa:

  • un filemanager asp in grado di visualizzare tutte le cartelle del pc (a parte quelle di amministrazione del sistema), con copia e modifica dei files (con i dovuti permessi), download e navigazione cartelle, il tutto SENZA ABILITARE NULLA SUL PC E IL SERVER IIS!
  •  
  • un CMS (content manager system), ossia un sistema per creare e gestire siti, in grado di modificare l'impostazione delle pagine, crearne di nuove mantenendo aggiornato il menù, e modificare stili e immagini delle singole pagine. Inoltre i testi sono modificabili con un gestore di contenuti web, quindi la pagina può contenere molteplici strumenti. IL TUTTO SEMPRE SENZA ABILITARE NULLA SUL SERVER O SU IIS, SALVO METTERE IL CMS IN UNA CARTELLA SCRIVIBILE, COME QUELLA PUBLIC DI ARUBA.
  •  
  • un indirizzario, uno strumento per catalogare indirizzi e contenuti, fare ricerche, abilitare verifiche sulle schede per aree tematiche periodiche con calendario e ricerca, modifica e stampa con selezione multipla delle anagrafiche, TUTTO SEMPRE SENZA ABILITAZIONI PARTICOLARI SUL SERVER.
  •  esempio scheda di immissione dell'indirizzario
  • un gestore di prodotti e annesso calendario di appuntamenti, in grado di incrociare un database di magazzino con i prodotti, un database di venditori divisi per aree, un database di clienti e un calendario di appuntamenti, IL TUTTO FACILMENTE ATTIVABILE SENZA PARTICOLARI IMPOSTAZIONI SUL SERVER.
  • esempio menu di gestione e pagina d'entrata con gli appuntamentiesempio della scheda immissione dati dei clienti con feedback cliente
  • esempio lista per modifica multipla con testi per pubblicazioneesempio scheda singola del prodottoesempio del calendario appuntamenti

I prodotti sono in fase beta, ossia necessitano di rifiniture e un test approfondito, ma sono già perfettamente funzionanti nella loro struttura.

Sono disponibili per server ASP, come Aruba, con codice criptato ma attivo, gratis per test beta, ma dietro compenso per successive rielaborazioni e personalizzazioni.



 
Di Alex (del 18/07/2009 @ 08:34:16, in Informatica, linkato 1013 volte)

Il piccolo umpc Everun della Raon digital, ora in mio possesso grazie a ebay anche se in vendita solo in Corea, si dimostra molto interessante.

Il processore e la memoria (600Mhz e 512Mb) sono abbastanza potenti per fare girare XP professional sp3 senza troppi problemi.

il sistema di base è Windows XP Home in inglese comela tastiera è la versione inglese, ovviamente visto che il prodotto sarebbe acquistabile solo in Corea.

Sostituito con XP professional sp3, alcuni problemi nell'installare una versione pulita del sistema come la hwnl mi hanno condotto a testare una versione completa, il istema funziona bene, occorre solo tenere ben presente la sequenza di installazioni e  le patch indicate sul manuale per resintallare i driver (presenti sulla partizione D del disco).

Unico dettaglio ogni tanto il sistema si blocca, credo sia dovuto ad un riempimento totale delle risorse della CPU unito ad un eccessivo riscaldamento della stessa... del resto in una unità così piccola senza ventola è abbastanza concepibile.

I video funzionano bene, meglio se con vlc o gomplayer senza installare troppi codec.

Office 2003 buono, la navigazione ottima, la risposta ai comandi perfetta, la testiera sull'unità è completa di tutti i tasti 101, il mouse a sfioramento è, credo, il futuro dei mouse, è largo 1 centimetro quadrato e funziona come un mouse touchpad ma può anche cliccare se premuto, ottimo.

Sono certo migliorabili alcune caratteristiche: porte usb, modulo hspda (connession umts con carta sim di cellulare) di serie (visto che esiste già lo slot vuoto!), miglior sistema di raffreddamento e/o processori e comparto grafico meno riscaldante, disco ssd da 32 o 64 quando ci si arriverà, piuttosto che hd da 30gb, tastiera più comoda come orientamento e pulsantini, anche se questa non è male.

La nuova versione credo sia notevolmente migliorata, i punti di forza sono quindi il mouse, le dimensioni, l'attacco come hd esterno da spento, il wifi, il sensore che aggiusta la luminosità dello schermo sul momento, la buona ipsosta del sistema.

Non sarebbe male avere una GPU più potente, ma per ora ci si accontenta.

Rispetto all'OQO, anche se non ne ho mai avuto uno in mano, credo che la tastiera sia più comoda come tasti, ma più scomoda come posizionamento, anche se senza flip si garantisce una durata alquanto maggiore dell'hardware, come prestazioni credo siano simili, come sistema mouse integrato vince sicuramente, mentre il resto credo sia paragonabile (video, connettività, etc.).

Ovviamente il processore e la mancanza di acceleratore grafico hardware non permettono performance accettabili su strumenti 3d, ma possedere windows in due palmi con un peso di poco superiore ad un palmare HP, con tastiera e mouse incorporati, wifi e bluetooth e 30gb di hd direi che vale la pena!

 everun

Scheda tecnica, e non solo  
Marca:

Raon digital - EVERUN

  Funzionalità:

Tastiera qwerty completa, mouse a sfioramento, miniusb per utilizzare il disco come hd esterno a unità spenta, wifi, attacco vga esterno

 
Velocità del processore:

600 MHz

  Tipo di chip:

AMD GeodeLx800

 
Dimensione disco rigido:

30 GB

  Memoria (RAM):

512 MB

 
Dimensione dello schermo:

4,8 pollici

  Unità primaria:

HD 30 Gb

 
Caratteristiche:

Bluetooth, Scheda di rete wireless, Sistema operativo XP, USB

   
 
Di Alex (del 18/07/2009 @ 13:39:01, in Informatica, linkato 916 volte)

I quattro umps di cui dispongo (ancora per poco) sono:

  • FLYBOOK a33i - CPU transmeta 1,0Ghz, RAM 512
  • SAMSUNG Q1 - CPU Intel celeron 900Mhz, RAM 512
  • ACER ASPIRE ONE A0A110aw - CPU Intel Atom 1,6Ghz, RAM 512
  • EVERUN RAON LX800 - CPU AmdGeodeLx800 600Mhz, RAM 512

da notare che sono anche in ordine di uscita sul mercato...

La nota riguarda le possibilità tecniche:

playing di video - film

tutti riescono con player semplici come vlc e gom, però il flybook e l'everun soffrono un po' ogni tanto

office

tutti funzionano egregiamente con il pacchetto office

navigazione

per tutti buona, meglio ancora per il wifi del q1 e dell'aspire one, ovvio che il flybook con il modem classico più il wifi e il modulo gprs ha una grande connettività, ma purtroppo vecchiotta

giochi normali 2d

buoni su tutti, il flybook soffre un po' se si complica il lavoro della cpu che non è un granchè, però è sorprendente il fatto che funzioni bene anche con i 3d

giochi 3d

e qui la sorpresa, in realtà funzionano bene sul q1 quelli non proprio ultimi (testato vietcong e battlefield vietnam),
molto bene su aspire one (testato warcraft iii e battle for middle earth1), sono convinto che funzioni anche con gli ultimi ma avendo una ssd e 512 di ram non voglio stressarlo troppo, comunque con hd e 1gb ram secondo me vanno bene abbassando appena le configurazioni video,
non funzionano su everun raon mancando di acceleratore grafico,
ma i primi come Warrior Kinks Battles, Warcraft III vanno alla grande persino sul FlyBook!

 
Di Alex (del 23/07/2009 @ 02:30:58, in Informatica, linkato 766 volte)
IL gioco sfrutta un sistema d sicurezza che necessita di collegarsi al server per permettere le partite anche singole. Peccato che spesso il server sia occupato e per fare una partita da soli, ad un gioco che già impiega quasi un minuto per passare da un modo ad un altro e sia molto lungo come svolgimento, si debba aspettare anche 10 minuti buoni! NON COMPRATELO
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6
 Email

 SITO PROFESSIONALE

 FORUM INFORMATICO

 PROGRAMMI ASP FREE

Articoli sul Palm/HP Pre  e WebOs  e PrePlus  e Pre2

Articoli sull'Iphone

Articoli su Android

 Guide informatiche


Cerca per parola chiave
 






< giugno 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             

Titolo
Architettura (4)
Arte (6)
Consigli tecnici (26)
dBlog (3)
Help Informatico (29)
Informatica (55)
Molly (2)
Poesie (4)
Politica (42)
Programmazione (1)
Racconti (6)
Società (115)


Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Download site
16/06/2019 @ 08:54:42
Di Bettina
Download site
20/05/2019 @ 15:47:04
Di Danuta
EricBig
13/12/2018 @ 05:17:47
Di Meagan
prt scr software
27/11/2018 @ 17:10:49
Di Gay
youngLauri
17/11/2018 @ 20:28:32
Di Arlene

Titolo
Vecchia Homepage di Pegaso2 (saggi, informatica, artisti)
Saggi sul 1600 (cronologia, erotismo, storia)
(Augusto Orsini, opere)
(artisti incontrati sulla mia strada)
Blog di Luca Lodi (cultura, società e politica)
Beppe Grillo (qualcuno c'è che ci pensa)
Jacopo Fo (se si vuole essere spinti a pensare)
Nando Dalla Chiesa (la politica interessante e sincera)
SaggezzaFolle (Marco Valli e la ricerca di ognuno di noi)
Blog Zibibì (Le vignette e le frasi sarcastiche di Zibibì)
Il mio canale YOUTUBE
Le mie foto su FLICKR
Il mio profilo LinkedIn
dBlog.it Open Source

Titolo
Architettura (4)
Bianco e nero (1)
Header (5)
Paesaggi (3)
Varie (7)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Cosa vorresti in questo Blog?

 Più aiuti informatici
 Più post di politica
 Più recensioni di hardware
 Più commenti
 Più colore
 Più foto
 Testi più chiari
 Più accessi
 Dei file per il download
 Un nome diverso

Titolo



Previsioni Meteo


Google

Ci sono  persone collegate

26/06/2019 @ 22:23:13
script eseguito in 193 ms


Valid XHTML 1.0 / CSS

Condividi su Facebook

Pegaso2 blog

Zibibi Blog



Telejato

Peppino Impastato



Free Blogger

Profilo Facebook di Alessandro Mazzoli